Petition update

Heura: “Siamo molto chiari. Vogliamo eliminare gli animali dalla catena alimentare"

Coordinamento LAM Lega Anti Macellazioni

May 13, 2021 — 

Heura non è un'azienda, è un intero movimento. Il famoso marchio spagnolo di carne vegana è recentemente passato dalla vittoria di premi, alla conquista del mercato europeo, alla lotta contro una causa giudiziaria guidata da un'industria della carne che si sente minacciata dall'ascesa degli alimenti a base vegetale. Gli attivisti del cibo sono recentemente riusciti nella loro prima parte di questa battaglia, consentendo loro di continuare a diffondere il loro messaggio cruciale e spingere verso la transizione proteica globale.

Vegconomist en español ha recentemente parlato con il co-fondatore Bernat Añaños, che ci ha dato l'opportunità di conoscere in dettaglio i successi e le tribolazioni della sua azienda, nonché i suoi piani per il futuro.

 Raccontaci un po 'di te, come sei diventato co-fondatore di un'azienda come Heura e qual è stato il motivo?
Ho sempre avuto un legame molto forte con la natura e ho sempre sofferto molto quando vedevo un incendio o quando vedevo un animale ferito. Vengo da una piccola città molto tradizionale e c'è stato un momento nella mia vita in cui volevo scoprire il mondo e vedere dove potevo mettere i miei sforzi per migliorarlo.

"Non vogliamo essere un sostituto della carne, vogliamo essere un successore, il che significa essere migliori in tutto".
© Heura Foods
Sono andato in Belgio, Cina e in molti altri paesi. Ho passato ore su progetti ma nessuno di loro mi ha soddisfatto e non sentivo che avessero l'impatto che volevo avere sul mondo. Poi ho iniziato ad andare molto a Barcellona, ​​dove ho conosciuto Marc Coloma nel 2015. Aveva un progetto embrionale per produrre carne direttamente dalle verdure perché è il modo migliore per sensibilizzare le persone su come apportare cambiamenti per il pianeta.

“Siamo molto chiari. Vogliamo portare gli animali fuori dalla catena alimentare ".
Da lì ho iniziato ad aiutarlo, e molto naturalmente abbiamo deciso di farlo insieme. Da lì è nato Heura, qualcosa che mi ha fatto dire "Wow, penso che questo sia il mio spazio nel mondo". L'ho visto come un vero modo per connettersi con la natura e con gli animali. Sento che dobbiamo fare molto per rispettarli veramente. Inoltre, sviluppando un prodotto più sano, mostra anche la nostra empatia nei confronti delle persone.

Siamo nati dall'attivismo. Abbiamo elaborato l'intera struttura dell'azienda dall'attivismo. Per riassumere, sono guidato da cause sociali e giustizia sociale, tutti quei progetti che promuovono una società più avanzata ed empatica. In Heura ho trovato questo spazio.

Cosa differenzia Heura da altri marchi simili?
Prima di tutto, voglio sottolineare che per me gli altri marchi alimentari a base vegetale non sono concorrenza, sono alleati. Abbiamo bisogno l'uno dell'altro perché il cambiamento è così grande e la transizione proteica è così importante in tutti i paesi del mondo. Abbiamo bisogno di più aziende e più progetti che spingano nella stessa direzione.

Tuttavia, penso che Heura abbia tre cose che ci rendono diversi. Primo, siamo nati dall'attivismo. Abbiamo elaborato l'intera struttura dell'azienda dall'attivismo.

In secondo luogo, siamo l'unico grande marchio nato nel Mediterraneo. Siamo una cultura con un forte legame con la natura. La sostenibilità è nel nostro DNA. Siamo anche una cultura che ama mangiare e condividere ciò che mangiamo. I palati mediterranei sono molto esigenti, quindi prendiamo molto sul serio la qualità dei nostri prodotti.

Terzo, mettiamo al centro la salute, utilizzando i grassi più sani, come l'olio d'oliva, e creando prodotti che hanno un posto nella dieta mediterranea di questo secolo. Ci sforziamo di rendere i nostri prodotti nutrizionalmente molto completi e di altissima qualità.


Heura è diventata famosa per la sua pubblicità "controversa". Parlaci un po 'delle risposte del pubblico, sia positive che negative, alle tue campagne pubblicitarie.
Alcuni dicono che sia controverso. Direi che è diretto. Non siamo abituati alle aziende che osano fare messaggi diretti. Normalmente si parla solo dei vantaggi del prodotto per il consumatore. Siamo molto chiari. Vogliamo portare gli animali fuori dalla catena alimentare. Per raggiungere questo obiettivo, diremo tutte le verità necessarie e apriremo gli occhi a tutti. Il pubblico merita almeno di conoscere l'impatto della carne sui nostri piatti.

L'intero processo legale ha aiutato ancora di più a trasmettere questo messaggio a molte, molte più persone.

Ci sono persone che si sentono attaccate per aver segnalato questi fatti. A queste persone direi che il nostro scopo non è attaccare nessuno. Il nostro scopo è informare le persone perché l'informazione è potere. Il sistema in questo momento sta cercando di nascondere un impatto orribile, di cui è molto difficile conoscere. Prima veniamo a conoscenza di questo impatto, prima potremo apportare i cambiamenti necessari e più saremo vicini alla soluzione della crisi climatica.

Cartellone Heura a Madrid Crediti fotografici Heura Foods
Heura si è trovata nel mezzo di una causa legale da parte dei leader dell'industria della carne. Puoi spiegarci come si sono comportati in questo processo?
Da tre anni informiamo le persone sull'impatto ambientale della carne attraverso i social media e i colloqui faccia a faccia. Ma quando abbiamo affisso il poster nel centro di Madrid dicendo la stessa cosa che abbiamo sempre detto, all'industria della carne è venuto in mente che stavamo parlando a voce troppo alta.

“Il nostro scopo è informare le persone perché l'informazione è potere. Il sistema in questo momento sta cercando di nascondere un impatto orribile "
Ora, l' intero processo giudiziario ha aiutato ancora di più a trasmettere questo messaggio a molte, molte più persone. In parte a causa del processo giudiziario, più persone sanno che l'industria della carne inquina più dell'industria dei trasporti.

Abbiamo anche imparato ad ascoltare di più le persone, sia le persone che sono per noi sia quelle che sono contro di noi. Per questo abbiamo imparato molto.

La Spagna ha il potenziale e tutte le carte in regola per essere un leader mondiale nella transizione delle proteine. Ma invece di utilizzare questo spazio per generare dibattito e portare avanti la transizione, abbiamo dedicato molto tempo a un processo giudiziario che alla fine ci ha dato ragione. Ora, invece di preoccuparci di chi ha vinto e chi ha perso, puliamo la lavagna perché abbiamo l'opportunità di sederci intorno al tavolo, tutti noi che abbiamo responsabilità in questo settore, e trovare soluzioni.

Quali sono i piani per il futuro di Heura?
Vogliamo essere un attore globale nella transizione delle proteine ​​e inviare prodotti e informazioni che provengono dal Mediterraneo e hanno un impatto globale in molti paesi. Crediamo che nel Mediterraneo abbiamo molto da dire in questa transizione e la responsabilità come cultura gastronomica di essere parte di questa carne del futuro.

"Non vogliamo essere un sostituto della carne, vogliamo essere un successore, il che significa essere migliori in tutto"
La Spagna è storicamente ed eternamente legata all'America Latina, dove vogliamo andare.

 

Non vogliamo essere un sostituto della carne, vogliamo essere un successore, il che significa essere migliori in tutto. In termini di sostenibilità, vinceremo sempre. Stiamo approdando al movimento Heura in molti paesi. Ma non è tutto. Vogliamo continuare a creare comunità consapevoli e informate sulla carne in modo che possano fare scelte più consapevoli.

Per le persone che vedono questo in America Latina, voglio dire che la Spagna è storicamente ed eternamente legata a questa parte del mondo, dove vogliamo andare. Ecco perché siamo già arrivati ​​in Cile, dove siamo disponibili a Tottus, luogo in cui abbiamo avuto molto successo. Dico a quelli in Messico di essere molto attenti, di seguirci sulle reti, perché succederà qualcosa e la Colombia è sulla mappa dei paesi in cui vogliamo essere.

Abbiamo molte persone che ci scrivono ogni giorno da Colombia, Perù, Argentina, Cile, Messico… Tutti chiedono i nostri prodotti. Stiamo lavorando per far sì che ciò accada e non dovranno aspettare a lungo.


PER L'ARTICOLO IN ORIGINALE: https://vegconomist.com/interviews/heura-we-are-very-clear-we-want-to-take-animals-out-of-the-food-chain/


Keep fighting for people power!

Politicians and rich CEOs shouldn't make all the decisions. Today we ask you to help keep Change.org free and independent. Our job as a public benefit company is to help petitions like this one fight back and get heard. If everyone who saw this chipped in monthly we'd secure Change.org's future today. Help us hold the powerful to account. Can you spare a minute to become a member today?

I'll power Change with $5 monthlyPayment method

Discussion

Please enter a comment.

We were unable to post your comment. Please try again.