PETIZIONE CHIUSA

In Veneto la Salute dev'essere un diritto!

Questa petizione aveva 277 sostenitori


Ciao,

la Costituzione Italiana Art. 32 recita:

“La Repubblica tutela la salute come fondamentale diritto dell’individuo e interesse della collettività.”

Noi cittadine/i del Veneto, allarmate/i per le iniziative del Governo, che aprono una crisi irreversibile del SSN attraverso il definanziamento e l’impoverimento degli organici della sanità;

preoccupate/i per la proposta della Regione Veneto, mirata ad una privatizzazione spinta del Servizio Sanitario, con un accentramento dell’intera organizzazione della Sanità e un indebolimento del controllo democratico del Consiglio Regionale

con la SEGUENTE PETIZIONE CHIEDIAMO

AL PRESIDENTE DELLA REGIONE VENETO

la messa in opera da parte del Giunta Regionale dei seguenti punti:

  • Abolizione dei ticket sanitari su tutte le prestazioni specialistiche esami e farmaci;
  • Abbattimento delle liste di attesa come previsto dalla legge oggi non applicata;
  • Parità dei tempi di attesa per le visite prenotate a pagamento (intra moenia) e quelle erogate gratuitamente. (Legge Turco).
  • Cancellazione definitiva della pratica del Project Financing nell’edilizia socio- sanitaria (strumento che regala denaro pubblico ai privati riducendo i soldi per le prestazioni);
  • Potenziamento del fondo per la non autosufficienza;
  • Diritto del cittadino di scegliere lo specialista, tramite la ricetta del medico di famiglia: come previsto dalla legge oggi non applicata;
  • Accesso libero agli studi dei medici di famiglia SENZA PRENOTAZIONE per almeno quattro giorni alla settimana.
  • Abolizione di ogni restrizione burocratica alla prescrizione di farmaci, terapie ed esami da parte dei medici e delle sanzioni previste nei loro confronti dall’ultimo decreto governativo.
  • Ridistribuzione degli studi medici sul territorio con incentivazioni per chi apre uno studio in quartieri o frazioni poco servite;
  • Riattivazione del REGISTRO TUMORI DEL VENETO e sua collocazione presso lo I.O.V. (Istituto Oncologico Veneto) di Padova.
  • Mantenimento dei siti ospedalieri esistenti, riorganizzandoli con compiti di super specialità (di eccellenza).
  • Abolizione del blocco del turn over in tutte le strutture sanitarie, ospedaliere e territoriali. Assunzione di personale solo a tempo indeterminato (no all’uso di appalti).
  • Realizzazione del superamento degli OPG (Ospedali Psichiatrici Giudiziari) per i ricoverati, attraverso la realizzazione di Progetti Riabilitativi Individuali, affidati ai Dipartimenti di Salute Mentale del territorio di riferimento adeguatamente finanziati.
  • Messa a punto di uno studio statistico sull’invecchiamento della popolazione;
  • Potenziamento della prevenzione sul lavoro contro gli infortuni e le malattie professionali in continuo aumento.

Se sei un cittadino veneto, firma!



Oggi: Altro Veneto conta su di te

Altro Veneto ha bisogno del tuo aiuto con la petizione "Luca Zaia: In Veneto la Salute dev'essere un diritto!". Unisciti con Altro Veneto ed 276 sostenitori più oggi.