PETIZIONE CHIUSA

Perché si attivino per il recupero del relitto

Questa petizione aveva 178 sostenitori


Nella notte tra il 25 il 26 dicembre del 1996 a poche miglia dalla località siciliana di Portopalo di Capo Passero, in provincia di Siracusa, la nave F174 affonda con quasi 300 migranti provenienti principalmente da India, Pakistan e Sri Lanka.
Nel naufragio, uno dei più gravi nel Mar Mediterraneo dal secondo dopoguerra ad oggi, persero la vita 283 persone.
Il gravissimo incidente è stato documentato nel 2001 da un’inchiesta dell’allora giornalista di Repubblica Giovanni Maria Bellu. Il relitto fu individuato e filmato, ma nessuna iniziativa fu mai intrapresa per il recupero del relitto e del suo carico.
A diciassette anni da quel naufragio con l’iniziativa 1200 km in bici per i fantasmi di Portopalo” realizzato dall’associazione “ViAndando” in collaborazione con “Libera. Associazioni, nomi e numeri contro le mafie” vogliamo mobilitare quante più forze possibili e chiediamo alle Istituzioni Europee di attivarsi per il recupero del relitto intendendo la sede europea il luogo in cui il tema dei migranti debba essere affrontato, nel più ampio contesto della costruzione di una comune cultura europea.



Oggi: Viandando conta su di te

Viandando ha bisogno del tuo aiuto con la petizione "Istituzioni Europee: Perché si attivino per il recupero del relitto". Unisciti con Viandando ed 177 sostenitori più oggi.