Per la messa al bando dei gruppi neofascisti e neonazisti in Italia e nell'UE

0 hanno firmato. Arriviamo a 500.


Il Parlamento europeo  chiede la messa al bando dei gruppi neofascisti e neonazisti nell'UE., con una importante risoluzione  approvata il 25 ottobre, che denuncia:

Troppa impunità per i neofascisti in alcuni Stati membri, tra cui l'Italia
Presunte collusioni tra politici e polizia con neofascisti e neonazisti in alcuni paesi
Misure necessarie contro il razzismo e la xenofobia negli stadi di calcio

Il Parlamento è preoccupato per la crescente normalizzazione di fascismo, razzismo e xenofobia e chiede ai Paesi dell’UE di interdire i gruppi neofascisti e neonazisti.

Il testo menziona l'attacco che ha ucciso 77 persone in Norvegia nel 2011, l'assassinio della deputata britannica Jo Cox nel 2016 e il recente attacco di squadre fasciste di CasaPound contro la deputata europea Eleonora Forenza e il suo assistente lo scorso settembre a Bari.

La risoluzione ricorda anche che un “cittadino italiano è stato condannato a 12 anni di carcere per avere sparato a sei migranti africani, ferendoli, in un attacco a sfondo razziale nella città di Macerata, nell'Italia centrale” e altri episodi di violenza fascista in Polonia, Francia, Spagna, Germania, Grecia e i paesi scandinavi.

L'impunità di cui godono le organizzazioni di estrema destra in alcuni Stati membri è una delle ragioni che spiega l'aumento delle azioni violente, che colpiscono la società nel suo complesso e si rivolgono a particolari minoranze come i cittadini europei di colore e le persone di origine africana, gli ebrei, i musulmani, i rom, i cittadini di paesi terzi, le persone LGBTI e le persone con disabilità.

Porre fine alla collusione con i neofascisti e vietare tutte le organizzazioni che glorificano il fascismo, applicando in Italia le leggiScelba e Mancino che vietano la ricostituzione del disciolto partito fascista anche sotto mentite spoglie ovvero di odio razziale e incitamento all'odio,piu' in generale discriminatorie.

Sono inoltre necessarie misure anche normative per contrastare la diffusione del razzismo, del fascismo e della xenofobia su Internet, in collaborazione con le aziende di social media.

Reintrodurre l'insegnamento nelle scuole, di corsi di educazione civica e costituzionale aperti alla cittadinanza

Il Governo italiano e il suo presidente hanno il dovere di farsene carico senza inaccettabili ritardi.

Presidente Conte,"se ci sei batti un colpo!"

Ministro Salvini, ordini lo scioglimento delle organizzazioni neofasciste come prevede la legge.

Si dia attuazione alla risoluzione



Oggi: Antonio conta su di te

Antonio Caputo ha bisogno del tuo aiuto con la petizione "i cittadini italiani: Per la messa al bando dei gruppi neofascisti e neonazisti in Italia e nell'UE". Unisciti con Antonio ed 263 sostenitori più oggi.