Asini portati lungo la strada dell’ estinzione per far arricchire la Cina

0 hanno firmato. Arriviamo a 1.000.


Il mercato della pelle di asino usato in Cina per la produzione di cosmetici e elisir ha già portato il numero di asini Cinesi da 11 milioni a solo 3 milioni oggi. Così la Cina oggi sta importando le pelli di asino da tantissimi paesi nel mondo mettendo a rischio di estinzione l’asino.

Tanti paesi Africani hanno rifiutato di trattare con la Cina ma il Kenya invece sta costruendo nuovi mattatoi per l’uccisione dei suoi asini per soddisfare il mercato Cinese. I prodotti  fatti dalle pelli sono venduti fra l’altro per migliorare la libido un idea assolutamente senza nessuna base scientifica mentre il numero di asini in Kenya che nel 2008 contava 1.8 milioni è calato in 2017 a 900,000.

L’asino africano è particolarmente importante per la conservazione delle risorse genetiche e biodiversità essendo il diretto discendente del Asino africano selvatico  già portato in estinzione dal’uomo. Questa Petizione è indirizzata quindi al WWF per chiedere il suo intervento e la conservazione della specie. Altrettanto importante il ruolo del’asino nelle comunità rurali della Kenya per il trasporto di persone, merci e acqua . Il mercato Cinese ha portato il costo di un asino a 150 euro - un prezzo che gli agricoltori non possono permettersi. Chiediamo quindi al governo Keniano di chiudere i mattatoi e di proibire l’esportazione di pelli di asini dal Kenya.

Chiedo a 3,000 persone di aiutarmi firmando la petizione e così raggiungere questo obiettivo  e mettere al sicuro il futuro degli Asini Africani.   

There's nothing you can do that can't be done...Nothing you can sing that can't be sung.. Noone you can save that can't be saved...