Un anno bianco per partite IVA e liberi professionisti

0 hanno firmato. Arriviamo a 1.500.


LA SOPRAVVIVENZA DELLA SPECIE: UNA FOLLA IN PERICOLO!

600 euro una tantum per le P.iva e gli autonomi è una soluzione ridicola.

A Noi che alimentiamo le casse dello stato, a Noi che non siamo tutelati in niente, a Noi che non abbiamo battuto ciglio alla chiusura o sospensione dell'attività, a noi che non percepiamo un centesimo in questi giorni potendo contare solo sui nostri risparmi!

I professionisti, i consulenti, gli ingegneri, i commercialisti, gli avvocati, gli architetti ed i designer, i geometri, gli agenti, una moltitudine di competenze e di alte professionalità che sono la colonna portante per la fornitura dei servizi e delle consulenze  in Italia, rischia di essere prepotentemente spazzata via dalla crisi economica indotta dal corona virus.

Un ritorno alla stabilità impossibile per l'intera Italia se la nostra categoria non verrà adeguatamente protetta.

Si chiedono sostegni economi più consistenti,  prestiti con rimborsi decennali per sostenere  e far ripartire l'intero comparto: blocco di Iva, IRPEF, inail, Irap, acconto 2021, INPS, tasse regionali e comunali sulle proprietà e i rifiuti, e per chi non è proprietario dei locali un contributo pari all'onere dell'affitto almeno del 50%.

Serve un ANNO BIANCO e NON un rinvio dei pagamenti!!!.

Perché le partite iva sono anche madri e padri di famiglia ( a maggioranza monoreddito ) che hanno investito tutto sul proprio SOGNO trascurando spesso anche i propri affetti, con orari impossibili, notti insonni, sempre disponibili nei confronti dell'utenza sempre attenti a stare bene di salute perché non hanno nessun indennizzo per il lavoro perso..... e questo sogno oggi sta svanendo piano piano...

..e insieme ad esso la sopravvivenza di una specie.