Presidente Conte ; per favore parli sul caso Atlantia sulla base di elementi certi!

0 hanno firmato. Arriviamo a 200.


E’ a tutti oggi noto che per il crollo del ponte sul Polcevera non esiste ancora nessuna ipotesi circa la causa o meglio le cause dell’incidente e quindi tanto meno una ipotesi di colpevolezza che coinvolgerà un ente o più probabilmente più enti. Alla luce di ciò la sua  dichiarazione circa la rescissione del contratto Atlantia su tutte le autostrade a loro in concessione appare immotivata ed ha comunque avuto il risultato voluto, immediato e tangibile di far  crollare il valore delle azioni Atlantia procurando un danno spaventoso a noi piccoli e sicuramente innocenti risparmiatori che abbiamo messo i  nostri risparmi in circa metà del capitale della società. Ossia nella società che il governo italiano ha giudicato meritevole per il ruolo di concessionaria di gran parte del bene pubblico: “Rete Autostradale”. La fiducia di noi piccoli risparmiatori nella società scelta dal Governo è rafforzata dal fatto che è stato il Governo italiano a realizzare l’opera e sempre  il Governo italiano ha deciso e fatto applicare le tariffe autostradali dal Governo stesso giudicate congrue sia prima che dopo la privatizzazione. Sulla base delle tariffe autostradali/oneri di gestione e quindi della redditività dell’investimento, il Governo Italiano ha valutato il valore della società ed ha quindi incassato da Atlantia gli ingenti proventi della privatizzazione.Oltre che sul fronte nazionale, la sua sola dichiarazione di revoca , immotivata o meno, della concessione ha ovviamente anche generato un gravissimo handicap alla politica di espansione della società all’estero.

Nella ipotesi che il Governo esista per fare gli interessi dei cittadini/contribuenti italiani, la  preghiamo quindi di ritrattare con tutta chiarezza quanto affermato, sino alla conclusione delle indagini e la identificazione del o dei colpevoli e la quantizzazione del risarcimento che sarà dovuto. Le viene rivolta questa petizione  perché la sua dichiarazione di rescissione del contratto:

1)ha creato un ingiusto ed enorme danno nei risparmiatori che hanno ritenuto corretto, etico e patriottico affidare i propri risparmi alla società che il governo stesso ha prescelto allo scopo di incassare ingenti capitali con la  privatizzazione della concessione. In definitiva incassando i soldi di noi piccoli risparmiatori e azionisti di Atlantia.

2)la sua dichiarazione sta creando danni incredibili alla industria italiana all’estero, ove Atlantia è ormai “Rara Avis” in espansione in Francia e Spagna, in un contesto di desolante panorama imprenditoriale italiano di dismissioni o vendite a paesi stranieri.

Grazie per la attenzione.


Vuoi condividere questa petizione?