Petition update

Petizione arrivata al Governo!

Andrea Pimpini
Pescara, Italy

Feb 9, 2021 — 

Buongiorno ragazzi!

Sono felice di potervi dire che la lettera che scrissi tempo fa è stata approvata dalla Corte di Cassazione e sarà sottoposta nei prossimi giorni all'attenzione degli organi di Governo competenti. La corte di cassazione, comunque, mi terrà aggiornato su ogni sviluppo della vicenda e io, naturalmente, farò lo stesso con voi.

Il vostro contributo è stato importantissimo. Mi hanno informato, infatti, che pur non potendo nominare ciascun firmatario, faranno notare al Governo che la petizione è appoggiata da numerosi cittadini!

Oggi, inoltre, è uscito un nuovo comunicato stampa contenente nuove mie dichiarazioni. Potete leggerlo cliccando sul link di seguito!

Infine ci tengo a ringraziare tutti per il grande contributo che state dando. Vi invito, come sempre, a continuare così: condividete la petizione, fate girare la voce nelle vostre scuole, scrivete nei commenti delle pagine social dei vari partiti... 

 

Lettera integrale:

"Buongiorno, mi chiamo Andrea Pimpini, spero che la mia email venga realmente letta e possa essere spunto di riflessione.

I dubbi che oggi tutti i maturandi e i professori si pongono riguardano proprio l’Esame di Stato 2021. 

Ormai il secondo quadrimestre finirà a distanza e, nonostante la didattica a distanza fosse già stata utilizzata in precedenza, non sono mancati problemi di vario tipo: connessione debole per i professori e gli alunni, uso di piattaforme instabili, impossibilità dello svolgimento di compiti scritti (in particolare di matematica e fisica), ecc.

Svolgere un esame di stato dopo un periodo così destabilizzante sarebbe un'ingiustizia nei confronti di tutti gli studenti che durante il corso degli anni si sono impegnati al massimo. 

Un giudizio negativo all’esame, infatti, rischierebbe di rovinare un percorso di 5 anni fatto magari di bei voti. 

Consideriamo anche che gli studenti che si diplomeranno quest'anno sono gli stessi studenti che hanno fatto non uno ma ben due anni a distanza.

L’anno scorso, infatti, molti istituti offrivano solamente 2 ore di didattica a distanza al giorno!

Molti professori, proprio in vista dell’esame di stato, hanno tralasciato parte del programma del 4° anno rinunciando a una spiegazione dettagliata per una più approssimativa.

 

La Francia e la Gran Bretagna hanno già annullato l’esame di maturità stabilendo che saranno presi in considerazione i giudizi effettuati durante l'anno. 

Una scelta giustissima e che dovrebbe essere presa come esempio anche dall'Italia. Chi meglio conosce gli studenti se non i professori che li hanno seguiti per 5 anni?

Annullare l’esame non significa favorire l'ignoranza, bensì evitare una "corsa contro il tempo". Togliere questa pressione ai professori e agli alunni consentirebbe di svolgere l'ultimo anno in piena tranquillità dedicandosi ad uno studio più fattivo e culturalmente valido e non unicamente finalizzato a superare un esame-farsa.

Ringrazio per l'attenzione e porgo

Distinti Saluti

Andrea"


Keep fighting for people power!

Politicians and rich CEOs shouldn't make all the decisions. Today we ask you to help keep Change.org free and independent. Our job as a public benefit company is to help petitions like this one fight back and get heard. If everyone who saw this chipped in monthly we'd secure Change.org's future today. Help us hold the powerful to account. Can you spare a minute to become a member today?

I'll power Change with $5 monthlyPayment method

Discussion

Please enter a comment.

We were unable to post your comment. Please try again.