No allo sfruttamento negli allevamenti

0 hanno firmato. Arriviamo a 500.


Tutti hanno sentito parlare di lei al telegiornale in questi giorni. Lucy, una Cavalier King di razza impiegata negli allevamenti di cuccioli del Regno Unito per sfornare un cagnolino dopo l’altro. Tutti – ovviamente – destinati alla vendita. E i piccoli di Cavalier King, essendo una razza molto pregiata, non costano poco. Non solo i cuccioli le venivano tolti subito per essere venduti: il corpo di Lucy è stato messo così a dura prova, che quando Lisa l’ha trovata nell’allevamento ha deciso di portarla via subito. Ed è da allora che è nata una campagna – con il volto di Lucy – contro la vendita da parte di terzi di gattini e cuccioli di età inferiore ai sei mesi. E indovinate un po’? Adesso nel Regno Unito la battaglia di Lucy è diventata legge.Ora le persone che vogliono adottare un animale domestico non potranno acquistarlo in un negozio di animali, ma dovranno rivolgersi direttamente all’allevatore. Dove potranno così verificare di persona lo stato di salute delle cucciolate, delle loro mamme, e il modo in cui vengono cresciuti. Questa nuova legge garantirà non solo che gli allevatori non maltrattino gli animali, ma renderà più difficile la vendita di cani e gatti illegalmente contrabbandati.Lucy oggi non c’è più ed è volata sul ponte dell’arcobaleno. Ma nessun cane nel Regno Unito subirà gli stessi maltrattamenti che ha dovuto sopportare lei per i primi cinque anni di vita.

La stessa sorte è toccata alla mia piccola Mina,stessa razza, stessa storia, abbandonata con due feti morti in pancia in putrefazione. Dopo 5 mesi di agonia, Mina é morta tra le mie braccia. Inutili le denunce all'allevatore, le segnalazioni a chi dovrebbe salvaguardare gli animali. Inutili le battaglie mediatiche, le persecuzioni che ho subito per fare giustizia. Tanta solidarietà, ma nessun fatto concreto. Ora ditemi, perché l'Italia resta sempre indietro? Il regno unito è migliore di noi? Lottate con me affinché anche Mina, assieme a Lucy e a tutte le creature come loro, diventi legge.

#iostoconmina



Oggi: martina conta su di te

martina bassini ha bisogno del tuo aiuto con la petizione "Forza Italia: No allo sfruttamento negli allevamenti". Unisciti con martina ed 303 sostenitori più oggi.