4,240
Supporters

Oramai da 10 anni Milano Ristorazione ha assunto il monopolio del servizio mensa nelle scuole milanesi;  in questo periodo ogni Presidente che si sia avvicendato alla guida della società del Comune si è riempito la bocca con parole quali “qualità”, “bio”, “produzioni locali”, ma la pancia dei nostri figli e delle nostre figlie è rimasta vuota, digiuna di ciascuna di qualità. Le gare d’appalto per le materie prime sono sempre state impostate al ribasso (e sai che qualità…) e sulle tavole delle mense arrivano spesso prodotti che  sono discutibili sia sotto il profilo organolettico (frutta marcia, pesce puzzolente, pane gommoso) sia sotto il punto di vista della preparazione gastronomica (pasta collosa, verdure acquose). I genitori volontari delle Commissioni mensa non vengono messi nelle condizioni di controllare l’operato della società grazie ad un costante e continuo ostruzionismo, il ricorso alle minacce legali, l’assoluta mancanza di trasparenza su procedure, appalti, analisi, consulenze. Il risultato è che i nostri bambini spesso rischiano la propria salute a causa di questa “filosofia aziendale” (quest’anno si sono verificati già numerosi casi di bambini che, dopo aver mangiato in mensa, sono dovuti ricorrere a cure ospedaliere).

Tutto questo è stato reso possibile dall’atteggiamento superficiale e poco attento chi doveva controllare l’operato di Milano Ristorazione: il Comune di Milano. Milano Ristorazione, infatti è una partecipata del Comune, ovvero una proprietà  stessa del Comune ed è il tipico caso in cui controllata e controllore s’identificano nella medesima istituzione.

L’obiettivo di questa petizione, quindi, è quello di richiamare il Comune di Milano, nella persona del Sindaco ai compiti di vigilanza e d’indirizzo nei confronti di Milano Ristorazione, dando immediato avvio a quel percorso di qualità tanto strombazzato negli ultimi 10 anni, ma di fatto disapplicato nella realtà, così disapplicato che lo stesso Sindaco Pisapia, in un recente intervento pubblico, ha rimarcato come sia scandalosa la quantità di cibo buttato nelle mense milanesi.

“Nutrire bene i nostri bambini”, prima di “Nutrire il pianeta” (tema dell’Expo) deve essere la priorità dei nostri amministratori.

Da cibo di qualità avremo cittadini di qualità. Attraverso l'educazione alimentare VERA e promuovendo uno stile di nutrimento sostenibile avremo vantaggi per le generazioni che ci seguiranno.

Letter to
Sindaco di Milano Giuliano Pisapia
Sindaco di Milano Giuliano Pisapia
Oramai da 10 anni Milano Ristorazione ha assunto il monopolio del servizio mensa nelle scuole milanesi; in questo periodo ogni presidente che si sia avvicendato alla guida della società del Comune si è riempito la bocca con parole quali “qualità”, “bio”, “produzioni locali”, ma la pancia dei nostri figli e delle nostre figlie è rimasta vuota, digiuna di ciascuna di qualità. Le gare d’appalto per le materie prime sono sempre state impostate al ribasso(e sai che qualità…) e sulle tavole delle mense arrivano spesso prodotti che sono discutibili sia sotto il profilo organolettico(frutta marcia, pesce puzzolente, pane gommoso)sia sotto il punto di vista della preparazione gastronomica(pasta collosa, verdure acquose). I genitori volontari delle Commissioni mensa non vengono messi nelle condizioni di controllare l’operato della società grazie ad un costante e continuo ostruzionismo, il ricorso alle minacce legali, l’assoluta mancanza di trasparenza su procedure, appalti, analisi, consulenze. Il risultato è che i nostri bambini spesso rischiano la propria salute a causa di questa “filosofia aziendale”(quest’anno si sono verificati già numerosi casi di bambini che, dopo aver mangiato in mensa, sono dovuti ricorrere a cure ospedaliere).

Tutto questo è stato reso possibile dall’atteggiamento superficiale e poco attento chi doveva controllare l’operato di Milano Ristorazione: il Comune di Milano. Milano Ristorazione, infatti è una partecipata del Comune, ovvero una proprietà stessa del Comune ed è il tipico caso in cui controllata e controllore s’identificano nella medesima istituzione.

L’obiettivo di questa petizione, quindi, è quello di richiamare il Comune di Milano, nella persona del Sindaco ai compiti di vigilanza e d’indirizzo nei confronti di Milano Ristorazione, dando immediato avvio a quel percorso di qualità tanto strombazzato negli ultimi 10 anni, ma di fatto disapplicato nella realtà, così disapplicato che lo stesso Sindaco Pisapia, in un recente intervento pubblico, ha rimarcato come sia scandalosa la quantità di cibo buttato nelle mense milanesi.

“Nutrire bene i nostri bambini”, prima di “Nutrire il pianeta” (tema dell’Expo) deve essere la priorità dei nostri amministratori.

Da cibo di qualità avremo cittadini di qualità. Attraverso l'educazione alimentare VERA e promuovendo uno stile di nutrimento sostenibile avremo vantaggi per le generazioni che ci seguiranno.