Dì NO! alla perdita dei benefici di Laziodisu per gli studenti SDE

0 hanno firmato. Arriviamo a 200.


A causa della chiusura del corso di laurea triennale "Scienze dell'educazione" presso il dipartimento di Scienze della Formazione (sede di Roma Tre in Via Principe Amedeo, 184), noi studenti ci troviamo costretti a dover scegliere se rimanere a finire una triennale che avrà ormai pochissimi sbocchi lavorativi a causa di nuova legge, oppure fare un passaggio di corso a dei nuovi indirizzi: Scienze dell'educazione per educatori e formatori oppure Educatori di nido e dei servizi dell'infanzia, creati quest'anno per soppiantare SDE.

Il passaggio ad uno dei due nuovi corsi, scelta quasi obbligata che molti di noi, o quasi tutti, hanno dovuto prendere, ci riporta in primo anno anche avendo sostenuto tutti gli esami necessari per rientrare sia in secondo anno, sia per continuare ad usufruire dei benefici di Laziodisu come la borsa di studio e l'esenzione dalle tasse universitarie.

Essendo quindi riportati in primo anno ma con tutti gli esami convalidati, perché formalmente il secondo ed il terzo non esistono ancora, per Laziodisu risultiamo ripetenti anche se non lo siamo e veniamo quindi esclusi da ogni beneficio, fondamentale per tutti gli studenti che stanno studiando nonostante le difficoltà economiche e che contano proprio su queste agevolazioni per poter proseguire il loro percorso e crearsi un futuro.

Ad ottobre tutti gli studenti SDE che hanno fatto il passaggio saranno messi in primo anno ma realmente seguiranno le lezioni del secondo, se fossimo ripetenti vorrebbe dire che ci mancherebbero ancora tre anni per laurearci ma non è così perché conseguiti gli esami mancanti potremmo laurearci già quando formalmente risulteremo in secondo.

Come me ci sono centinaia di studenti che si sono impegnati durante tutto il percorso universitario per essere in regola con gli esami e per mantenere una media alta, tutto ciò proprio grazie alle agevolazioni sopra riportate che ci hanno permesso di abbattere il problema economico a favore di un'istruzione accessibile e dignitosa.

Molte persone che vengono a frequentare da lontano e contavano sul posto alloggio come faranno gli anni a venire a sostenere le spese senza le agevolazioni?

Come riusciremo a far fronte ai costi elevati delle tasse universitarie, dei libri e dei trasporti senza le agevolazioni ?

Non chiediamo niente in regalo, chiediamo solamente di non farci risultare ripetenti da Laziodisu affinché si possano richiedere le meritate agevolazioni.



Oggi: Elena conta su di te

Elena Benedetti ha bisogno del tuo aiuto con la petizione "Dott.ssa Claudia Zampetti dirigente Laziodisu: Dì NO! alla perdita dei benefici di Laziodisu per gli studenti SDE". Unisciti con Elena ed 157 sostenitori più oggi.