Petition Closed

Ritirare l'assenso al progetto per la cementificazione della spiaggia di Sant'Apollinare.

Siamo convinti che per questo territorio sia necessaria una pianificazione coerente con una complessiva e diversa visione del proprio sviluppo, in cui andrebbe completamente ripensato sia l'assetto dell'area portuale (il PRP è del 1975) che di quella industriale, entrambe comprese, tra l'altro, nel sito d'interesse nazionale per le bonifiche di Brindisi. Di questa nuova visione fa parte la tutela e la valorizzazione delle risorse del territorio, legate al suo ambiente e alla sua storia.                                                        

Il progetto invece propone il banchinamento (quindi la DISTRUZIONE) della spiaggia e la realizzazione di due pontili sporgenti. Secondo l'Autorità Portuale questo porterebbe ad adeguare l'offerta di attracchi in vista di una eventuale crescita della domanda. Una scelta "strategica" che però non viene supportata da alcun elemento di analisi e di proposta, dando per scontata, tra l'altro, la presenza ingombrante e nociva dell'attuale traffico industriale ed energetico, che non viene quindi minimamente messo in discussione.

Al contrario, con una seria pianificazione e progettazione, oltre a prevedere una prossima "liberazione" dal traffico di carbone sia del porto che di tutta la costa a sud di Brindisi, si potrebbero utilizzare al meglio gli enormi spazi già esistenti, compresi i 15 ha del riempimento realizzato in località Capo Bianco e dei circa 40 ha che potrebbero essere recuperati dalla dismissione dell'obsoleta centrale a carbone A2A ex Edipower.

This petition was delivered to:
  • Comune e Provincia di Brindisi, Regione Puglia.


    No al Carbone Brindisi started this petition with a single signature, and now has 442 supporters. Start a petition today to change something you care about.