Salviamo l'ex birrificio Dormisch prima che lo trasformino nell'ennesimo supermercato

0 hanno firmato. Arriviamo a 1.000.


Era l'ultimo decennio del 1800, e a Udine un lungimirante imprenditore di Resiutta, Francesco Dormisch, aprì in borgo Villalta l'omonima fabbrica di birra che sfruttava ingegnosamente l'energia idrica del Ledra.

“Riservi Iddio dall’alto, il luppolo e il malto” la celebre frase impressa sulle botti della birra lì prodotta per cent'anni. Nella fabbrica edificata tra le vie Bassi e Micesio si imbottigliò, infatti, l'ultima birra nel 1988, e nel 1999 un incendio danneggiò irrimediabilmente la struttura che ancora oggi si staglia decadente a pochi passi dal centro.

Nel 2017 la proprietà ha avanzato l'ipotesi di demolizione della struttura, con parziale ricostruzione di un supermarket nell'area. Nel dicembre 2017 il Consiglio comunale ha votato all'unanimità un impegno nei confronti dell'amministrazione a rinegoziare il futuro dell'area già satura di supermercati (fonte), su proposta dell'arch. Burelli e dei suoi colleghi della lista civica Innovare.

In campagna elettorale tutti i candidati si sono dichiarati contrari a questa possibilità, e soprattutto l'attuale sindaco Pietro Fontanini si era impegnato a impedire l'ennesima apertura di un centro commerciale nell'area dell'ex birrificio, dichiarando che "Noi ci impegniamo a modificare il piano regolatore della città, bloccando da subito le zone H. In particolare, per quanto riguarda la destinazione della Ex Dormisch, è assurdo prevedere un nuovo supermercato" e "Ha più senso realizzare nell’edificio dismesso un centro di servizi per attività legate alla formazione e intrattenimento degli studenti. Si potrebbe anche prevedere la creazione di una grande mensa che sarà funzionale alle nuove esigenze scolastiche che prevedono una presenza anche pomeridiana al centro studi" (fonte).

Oggi, invece, il Sindaco di Udine parla di "mensa a fianco al supermercato" e di "coniugare le esigenze del privato con quelle del pubblico" (fonte).

Dov'è la coerenza???

Pretendiamo il rispetto delle promesse!!!

Il futuro dell'area deve essere diverso: da struttura di servizio per gli studenti a museo della birra (la Peroni ha da poco deciso di reinvestire nel marchio Dormisch, vanno coinvolti come potenziali sponsor dell'operazione), chiediamo che si riapra immediatamente il tavolo delle trattative.



Oggi: Comitato per la salvaguardia dell'ex birrificio Dormisch conta su di te

Comitato per la salvaguardia dell'ex birrificio Dormisch ha bisogno del tuo aiuto con la petizione "Comune di Udine: Salviamo l'ex birrificio Dormisch prima che lo trasformino in un supermercato". Unisciti con Comitato per la salvaguardia dell'ex birrificio Dormisch ed 677 sostenitori più oggi.