Per tasse più eque e servizi migliori, fare subito chiarezza sulla TARI

0 hanno firmato. Arriviamo a 200.


Da alcuni giorni a questa parte i contribuenti di Torre Annunziata si stanno vedendo recapitata la TARI 2018. Se è vero che in alcuni casi l'importo da corrispondere è rimasto invariato, se non addirittura diminuito, rispetto all'anno precedente, in molti altri casi si registrano degli aumenti. Inizialmente, da fonti amministrative, si è giustificata la cosa in ragione delle rettifiche delle superfici imponibili nel frattempo intervenute. Ma questi aumenti, diverse testimonianze lo dimostrano, saranno scontati anche dai contribuenti che non sono stati oggetto di rettifica alcuna dell'imponibile. Un'analisi più approfondita della vicenda ha fatto emergere un dato incontrovertibile: il costo di gestione del servizio rifiuti è aumentato del 15% rispetto al 2017. Ciò, nell'interesse di una maggiore consapevolezza da parte del cittadino/contribuente e di una complessiva operazione di trasparenza nel rapporto tra cittadino e Comune, ci porta a chiedere all'Ente comunale:

1. In ragione di cosa il costo di gestione del servizio rifiuti è aumentato così cospicuamente?

2. Considerando anche la diffusa insoddisfazione per la qualità di tale servizio, questo aumento del suo costo di gestione si tradurrà in un incremento qualitativo? Se si, in che modo? E, poi, si tengono in considerazione anche soluzioni alternative, che possano offrire, magari, un servizio migliore ad un costo più basso?

3. Come si compongono le diverse voci di costo nella gestione del servizio rifiuti? Per quanto tempo ancora i contribuenti pagheranno nella TARI anche le somme dovute alla Oplonti Multiservizi Spa, società che ha smesso di operare il 22 aprile del 2014 ed ora in liquidazione e che, tra rettifiche sui prezzi ed altro, assomiglia sempre di più ad un pozzo senza fondo? Oltretutto ci sarebbe da chiedersi fino a che punto sia legittimo far gravare sul costo di gestione corrente del servizio rifiuti il debito della precedente gestione, la quale, va ricordato, si occupava di svariate cose, non solo dei rifiuti (ad esempio, dei parcheggi).

4. Con il sistema di raccolta differenziata che dovrebbe essere ormai andato a pieno regime, o quasi, ci si aspettava una diminuzione del costo di gestione del servizio rifiuti. Come mai, invece, tale beneficio non si è registrato? A che livello si attesta realmente la raccolta differenziata?

5. Riteniamo che siano utili dei meccanismi di incentivazione per i cittadini che tengono una condotta virtuosa in merito allo smaltimento dei rifiuti. Sono allo studio tali misure?

6. In che modo il Comune di Torre Annunziata intende, sempreché lo ritenga necessario, farsi garante del rapporto tra contribuenti e società incaricata della riscossione del tributo, considerate le non trascurabili lamentele in merito al servizio prestato sollevate dall'utenza?

Torre Annunziata, lì 28/11/2018

Claudio Bergamasco



Oggi: Claudio conta su di te

Claudio Bergamasco ha bisogno del tuo aiuto con la petizione "Comune di Torre Annunziata: Per tasse più eque e servizi migliori, fare subito chiarezza sulla TARI". Unisciti con Claudio ed 115 sostenitori più oggi.