Rimozione della statua all'ingresso di Orgosolo

0 hanno firmato. Arriviamo a 500.


Orgosolo, a partire dagli anni '70, ha ottenuto la fama di "paese dei murales" e di "museo a cielo aperto", grazie alle opere di Del Casino e di artisti locali. Grazie ai murales è cresciuto il turismo e ogni anno il piccolo centro della Barbagia è visitato da decine di migliaia di visitatori.

L'ultimissima opera, arrivata a maggio 2019, è stata realizzata dall'artista sardo Manu Invisible, a pochi metri dall'ingresso del paese per chi proviene da Nuoro (SP58).

A rovinare il "biglietto da visita" di Orgosolo è una scelta di cattivo gusto, che lascia perplessi buona parte dei cittadini: una statua di dubbio valore artistico, in abito tradizionale, che dovrebbe rappresentare la Beata Antonia Mesina.

Chiediamo al comune che la statua venga rimossa dall'ingresso e spostata in un'altra località lontana dal centro abitato o smantellata.