CHIEDIAMO la RIAPERTURA della BIBLIOTECA CARLUCCIO!

0 hanno firmato. Arriviamo a 1.000.


La biblioteca Carluccio di via Monte Ortigara 95, nel quartiere Pozzo Strada a Torino, è chiusa da 5 anni.

Un disservizio davvero notevole considerato che è l’unica biblioteca non solo del quartiere, ma anche dell’intera Circoscrizione 3 (in cui vivono circa 130 mila persone).

La chiusura ha rappresentato e rappresenta ancor oggi un grande problema per il quartiere: i giovani studenti, gli anziani desiderosi di leggere i quotidiani e tutti coloro che intendono usufruire dei servizi offerti dalla biblioteca sono costretti a trovare soluzioni alternative, spesso dovendo percorrere anche tratti considerevoli di strada, o a rinunciare completamente all'attività.

Un quartiere senza biblioteca, senza un luogo in cui poter studiare, leggere, approfondire, organizzare eventi e dibattiti, è un quartiere meno attrattivo. Perché la biblioteca oltre ad essere un importante punto di riferimento culturale, in cui promuovere conoscenze e competenze, è anche un fondamentale luogo di incontro.

Per questo, il 30 marzo 2019 più di 100 persone hanno partecipato al sit-in che ho promosso per chiedere la riapertura della biblioteca. Un momento di grande partecipazione in cui abbiamo lanciato un messaggio molto chiaro: rivogliamo la Carluccio aperta e pienamente usufruibile.

Ma a quasi un anno di distanza, nonostante altre iniziative che ho portato avanti, quali i presìdi sul territorio e la presentazione di diverse interpellanze dirette all'Amministrazione Comunale, la stessa Amministrazione continua a rinviare la data di riapertura.

Ed è per questo che è ancora necessario far sentire la nostra voce, questa volta attraverso una petizione online!

Con questa petizione chiediamo all'Amministrazione Comunale che:

  1. la biblioteca Carluccio riapra il prima possibile. Altri rinvii sulla riapertura non potranno essere accettati dopo cinque anni di chiusura;
  2. già dal primo giorno di riapertura, la biblioteca abbia gli stessi orari che aveva prima della chiusura (lunedì 15-20, dal martedì al venerdì 8-20 e il sabato 10:30-18) o che, anche variandoli, siano garantite le stesse ore di apertura al pubblico;
  3. vengano realizzati spazi adeguati per le attività per i bambini, per lo studio, per la lettura dei quotidiani e per le postazioni Internet. I posti studio devono essere notevolmente incrementati rispetto ai soli 85 presenti in passato;
  4. venga prevista la realizzazione, negli ampi spazi adiacenti della struttura di via Monte Ortigara, di un'aula studio aperta 7 giorni 7, anche nelle ore serali e notturne;
  5. venga prevista la creazione di postazioni studio e lettura all’aperto, per sfruttare, nelle giornate che lo permetteranno, l’ampio giardino esterno.

Continuiamo a farci sentire. Ogni firma conta.

Grazie per il supporto!

Nicolò Lagrosa