Fermiamo il massacro degli ippopotami in Zambia.

0 hanno firmato. Arriviamo a 500.


Il Ministro del Turismo dello Zambia ha annunciato la decisione di aprire la caccia agli ippopotami nel suo Paese e in particolare nel Parco Nazionale del South Luangwa, fiume in cui vivono la maggioranza degli ippopotami in Zambia, precisando che sarà consentita l'uccisione di 2.000 ippopotami in 5 anni. La motivazione ufficiale di questa scelta è che, a suo dire, ci sarebbe una sovrapopolazione di ippopotami in quel fiume, ma sia le associazioni ambientaliste e animaliste sia l'Ambasciatore USA in Zambia hanno evidenziato come non vi sia alcuna evidenza scientifica di tale affermazione e come l'abbattimento degli ippopotami ne stimolerebbe la riproduzione, dando luogo ad un circolo vizioso. Ma la ragione vera di questa scelta evidentemente è quella di attirare quella crudele e disumana forma di turismo rappresentata dai safari di caccia grossa agli animali selvatici, come è dimostrato dal fatto che lo Zambia ha affidato l'organizzazione ed attuazione di questa terribile strage alla Mabwe Adventures Limited, una società a scopo di lucro che organizza appunto safari di caccia grossa in quel Paese per turisti occidentali.

Gli ippopotami sono animali meravigliosi, vivono pacificamente nei loro fiumi e rappresentano uno dei principali simboli della natura selvatica africana.

Già nel 2015 era stato annunciato un progetto analogo dal Ministero del Turismo dello Zambia, ma poi fortunatamente era stato accantonato a seguito delle proteste pervenute dalla comunità internazionale. 

Firma anche tu per sostenere questa nuova ondata di proteste, mostrare il tuo sdegno contro questo progetto sanguinario e convincere il Governo dello Zambia ad abbandonarlo definitivamente.



Oggi: GAETANO conta su di te

GAETANO VERDIRAME ha bisogno del tuo aiuto con la petizione "Charles Banda - Ministro del Turismo dello Zambia: Fermiamo il massacro degli ippopotami in Zambia.". Unisciti con GAETANO ed 457 sostenitori più oggi.