Caso Cannarsi: non vogliamo l'animazione giapponese adattata in un italiano semplificato

0 hanno firmato. Arriviamo a 500.


Da pochi giorni è stato censurato da Netflix un disegno animato giapponese perché adattato in un ottimo italiano, in quanto ritenuto 'poco fruibile'. Questo solo per il semplice fatto che chi ha presentato i testi, Gualtiero Cannarsi, ha fedelmente trasposto il copione originale giapponese in un modo da veicolare i contenuti scegliendo i termini italiani più appropriati, risultati però troppo ostici al pubblico generalista. Contrariamente, dovremmo pensare all'imminente danno alle competenze linguistiche dei nostri giovani.

Public personalities
Fabio Liberatori (musicista e compositore italiano); Naoyoshi Itani (director per la tv giapponese BS-TBS); Gianluca Minari (attore in Giappone).


Vuoi condividere questa petizione?