Autovetture Euro 3: la (IM) possibilità di circolare

0 hanno firmato. Arriviamo a 1.000.


Sarebbe interessante avere il dettaglio dei contributi, diretti e/o indiretti, che le Case Automobilistiche hanno elargito a, nell'ordine: funzionari della UE, rappresentanti nelle istituzioni della UE, parlamentari e senatori, funzionari delle istituzioni e/o organizzazioni coinvolte nei processi decisionali, funzionari di enti locali, consiglieri comunali e regionali. Non si spiega altrimenti il perché di misure che potrebbero obbligare moltissimi cittadini a rottamare la propria autovettura dietro il pretesto della lotta contro l'inquinamento. I proprietari di autovetture: i) sono tenuti a revisionare il proprio veicolo periodicamente, anche controllando i gas di scarico; e ii) pagano bollo ed assicurazione in misura piena, quindi per un automezzo che si presume possa essere utilizzato liberamente 7 gg su 7; iii) hanno acquistato una autovettura in libera vendita senza che vi fossero "scadenze implicite od esplicite". Ora è evidente come la stessa omologazione dei veicoli Diesel (Euro 0, 1, 2, 3, 4, o 5) è volta a facilitarne la rottamazione rendendoli obsoleti - in ordine progressivo - per legge al fine di forzarne una loro sostituzione. Con la scusa di misure anti-inquinamento viene sostenuta l'industria della produzione (prima) e del consumo (poi) di autovetture, senza che peraltro nessuno si sia preso la briga di indicare quale sia il costo - in termini di maggior inquinamento - della rottamazione di una autovettura e della sua costruzione! Invece di tornare ad una economia basata sulla "riparazione dell'esistente" accettiamo di buon grado di acquistare beni che vengono prodotti per non durare, il tutto per favorire solo la grande industria, l'unica che riesce ad esercitare una vera attività di direzione e coordinamento sul legislatore, prima UE che Italiano. Invece di manutenere, conservare, riparare si preferisce "l'usa e getta" le cui conseguenze sono: i) accrescimento dei monopoli; ii) distruzione del settore artigianale; iii) aumento dei rifiuti con i relativi costi di smaltimento; iv) aumento dell'inquinamento e saccheggio delle risorse naturali. Che il nostro legislatore torni a fare l'Amministratore del nostro paese e dismetta i panni dell'Amministratore Delegato di Audi, BMW, Citroen, Fiat, Mercedes Benz, Peugeot, Renault … Libera circolazione a tutte le autovetture, anzi incentivi a quanti hanno autovetture superiori ai 15 anni in quanto hanno dimostrato di non aver contribuito - per un periodo considerevolmente lungo - al saccheggio di risorse naturali per la costruzione di nuove autovetture ! Paolo Troiano 



Oggi: Paolo conta su di te

Paolo Troiano ha bisogno del tuo aiuto con la petizione "Autovetture Euro 3: la (IM) possibilità di circolare". Unisciti con Paolo ed 959 sostenitori più oggi.