Annullamento Ordinanza N.25 del 16/11/2018 del Comune di Stornara contro lo Street Art

0 hanno firmato. Arriviamo a 500.


Nell’agosto scorso un gruppo di cittadini ha voluto creare “Stramurales”, il primo evento artistico che con un piccolo investimento da parte di altri cittadini e aziende locali, ha fatto conoscere Stornara in tutto il mondo! Si era partiti male, con qualche amministratore in ansia per l’ipotetico imbrattamento delle mura cittadine, senza considerare l’oscenità che riveste l’arredo urbano in alcuni punti centrali e non del paese…ma tra un obiezione e l’altra è stato concesso anche il gratuito patrocinio da parte del Comune! Tra gli organizzatori, l’illustrissimo Presidente del Consiglio Ferdinando Iagulli, membro anche dell’associazione locale Pro Loco.

Evento di successo da replicare per gli organizzatori…tranne che per gli amministratori che con l’ordinanza n. 25 del 16 novembre 2018 vietano qualsiasi “attività pubblica o privata che abbia incidenza sul decoro delle facciate edilizie“ mentre è “in corso attività di aggiornamento e redazione del nuovo Piano Urbanistico Generale, al fine di non compromettere la corretta perimetrazione del nucleo antico del Comune di Stornara”. In parole povere si sta VIETANDO qualsiasi forma di Street Art in tutto il paese, mentre si sta “cercando” di trovare un centro storico, come a Napoli che da 30 anni “cercano” la metropolitana. Un’azione becera al solo scopo di bloccare il gruppo cittadino tanto legato allo sviluppo artistico e culturale del proprio paese, così come accade in numerosi comuni in Italia e all’estero in cui si valorizzano piccoli e grandi borghi, anche medioevali, con murales da Street Artists locali e di fama internazionale.

Nessuna sensibilità e nessuna violazione del decoro urbano si è avuta/o nell’allestire lo storico campanile di luci di Natale durante la festa del Santo Patrono che cade nel mese di Agosto…luci che sono rimaste un obbrobio visto che non si accendono oramai da anni, né ad Agosto e tantomeno nel periodo natalizio.

E il tutto accade in presenza di un assessore alla cultura e spettacolo, Brigida Andreano, che è anche docente presso una scuola prima di Cerignola. Dove è finita la sua sensibilità nei confronti della cultura, lei che dai palchi di Ghali e Fabri Fibra accosta quest’ultimi alla parola “Cultura” nonostante nei loro testi ci si trovi epiteti che non si sognerebbe di usare nemmeno uno scaricatore di porto?

Con questa nuova pagina della politica locale è palese che di STORICO a Stornara qualcosa c’è: l’ignoranza nei confronti dello sviluppo concreto del territorio! Confidiamo comunque in un passo indietro nei prossimi giorni...un chiarimento è d'obbligo considerando il linguaggio genericamente criptico.

Nel frattempo firmiamo la petizione sull'annullamento della suddetta ordinanza, nell'interesse della Cultura, dell'Arte e soprattutto di Stornara!



Oggi: Antonio conta su di te

Antonio Signoriello ha bisogno del tuo aiuto con la petizione "Amministrazione "Smart" di Stornara: Annullamento Ordinanza N.25 del 16/11/2018 del Comune di Stornara contro lo Street Art". Unisciti con Antonio ed 273 sostenitori più oggi.