Subito commissario ad hoc per la realizzazione della Bretella Ceparana- S. Stefano M.

0 hanno firmato. Arriviamo a 1.500.


Con la presente petizione i sottoscritti residenti, studenti, professionisti, lavoratori autonomi e dipendenti, titolari di imprese e attività economiche della Piana di Ceparana riuniti nel Comitato Viabilità “Due Fiumi” pongono all’attenzione delle SS.VV. la grave situazione sociale, sanitaria e produttiva che si è venuta a creare  a seguito del crollo del ponte di Albiano Magra che ha stravolto riducendo drasticamente la viabilità della Bassa Val di Vara destinata a servire, parliamo di  38.000 residenti e  900 attività economiche con oltre  6000 addetti.

Già oggi, nonostante le restrizioni  previste nella fase 2 dell’ emergenza pandemica, la viabilità presenta forti elementi di criticità con code chilometriche sia sulla strada SS 330 del Buonviaggio che sulla provinciale della Ripa, situazione destinata ad aggravarsi e non sopportabile con la sperata ripresa della fase 3,  sia per la nostra sicurezza ,visti i tempi di raggiungimento dei due ospedali a Sarzana e alla Spezia,  sia per il rischio isolamento delle attività presenti su questa parte di territorio, per la difficoltà con la ripresa delle attività scolastiche a raggiungere gli Istituti scolastici da parte degli studenti (già autorizzati ad entrare con mezz’ora di ritardo prima del crollo del ponte) e i posti di lavoro.

Chiediamo pertanto, per gestire questa fase di emergenzialità, due interventi entrambi realizzabili da subito:

·       rampe di accesso e di uscita sull’autostrada A12 realizzabili in circa un mese e funzionali alla realizzazione della Bretella Ceparana-Santo Stefano Magra;

·       realizzazione della bretella Ceparana – Santo Stefano, opera totalmente finanziata e progettata che, con la nomina di un  Commissario, potrebbe essere realizzata con il riconoscimento della situazione oggettiva di emergenzialità in 12 mesi anziché in oltre 3 anni.

Inoltre condividiamo  e sosteniamo quanto già evidenziato dai Sindaci dei Comuni di Bolano, Calice al Cornoviglio, Follo,  Podenzana, S. Stefano Magra e  Vezzano Ligure con  nota prot. 3793 del 21 aprile 2020.

Il tempo stringe non  possiamo  più tollerare ritardi nelle decisioni con conseguenti gravi disagi per i 38.000 residenti , 900 imprese con oltre 6.000 addetti, della Piana di Ceparana che scontavano già negli anni scorsi serie difficoltà per gli spostamenti da e verso Sarzana e La Spezia, imputabili alla inadeguatezza della viabilità e all’elevato volume di traffico giornaliero. Difficoltà al momento attenuate ma che saranno di nuovo evidenti, anzi aggravate, quando si tornerà alla normalità, soprattutto nel prossimo autunno-inverno.