Sosteniamo il nostro Presidente Conte! Sì Eurobond per le piccole e medie imprese italiane

0 hanno firmato. Arriviamo a 1.500.


Illustre Cancelliera Angela Merkel,

l’emergenza sanitaria che ci troviamo a vivere ci impaurisce non solo a causa delle migliaia di vittime provocate dal Covid-19 ma anche per la crisi economica e sociale senza precedenti che sta investendo l’Europa, e non solo.

Oggi il Coronavirus richiama gli effetti devastanti della guerra: tantissime piccole e medie imprese italiane stanno pagando un prezzo altissimo e la loro debolezza in questa fase rischia di portarle al fallimento, causando la perdita di milioni di posti di lavoro

Sto vivendo con preoccupazione questa drammatica realtà sia come cittadino sia come presidente dell’associazione confederale CIFA Italia che rappresenta più di 150mila imprese con oltre un milione di lavoratori. Temo che la crisi possa trascinare la mia Italia e la nostra Europa verso una lunga e profonda recessione che aumenti la povertà delle famiglie con conseguenti gravi problemi sociali.

Per questo condivido le parole del nostro Presidente del Consiglio Giuseppe Conte: serve subito un cambio di rotta delle politiche dell’Unione Europea attraverso investimenti che proteggano i cittadini dallo shock socio-economico e garantiscano sostegno a migliaia di imprese al collasso. 

Non mi pare che questo momento debba essere vissuto all’insegna dell’austerity ma di una solidarietà intelligente e reciproca che resterà nei nostri cuori e nelle nostre menti come il segnale di una svolta epocale, anche nei rapporti tra Paesi dell’Unione. Di fronte alla difficoltà che tutti attraversiamo cogliamo l’occasione per rilanciare con investimenti straordinari lo sviluppo del continente europeo e la crescita dei suoi cittadini. Ne usciremo tutti più forti.

Oggi, da cittadino che ama il proprio Paese e crede nell’Europa, e facendomi portavoce di tantissimi imprenditori e lavoratori italiani, mi permetto di lanciare un accorato appello all’Unione Europea e, in particolare ai suoi Paesi membri più forti: occorre immettere subito nuove risorse nel mercato attraverso l’emissione solidale e temporanea di Eurobond rafforzando così il ruolo centrale dell’Europa. Saranno salvaguardati milioni di posti di lavoro e sarà assicurata la tenuta produttiva e industriale di quelle piccole e medie imprese italiane ed europee che rappresentano la maggior forza economica del nostro continente. 

Il nostro è un momento storico che potrebbe innescare un autentico processo di cambiamento con rinnovate politiche di investimento. Daremo una nuova luce a un’Europa politica e sociale che sappia proteggere il futuro della sua comunità e delle generazioni che verranno.

Con questo mio appello mi rivolgo al Suo Paese e a Lei, illustre Cancelliera, per chiederLe di accettare la proposta del nostro Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, di emettere Eurobond al fine di sostenere la crescita e il benessere di milioni di imprese, lavoratori e cittadini italiani. 

Andrea Cafà - Presidente di CIFA Italia