Il Comune di Genova intitoli una via ai morti sul lavoro

0 hanno firmato. Arriviamo a 1.000.


Qualche giorno fa il consiglio comunale di Genova ha approvato, con 23 voti a favore, 14 contrari e un astenuto, la mozione proposta da Fratelli d’Italia per intitolare una strada o una piazza a Fabrizio Quattrocchi, ucciso in Iraq nel 2004, e definito come “una figura da cui prendere esempio”.

Con tutta la pietà umana dovuta ad un uomo ucciso violentemente non possiamo dimenticare che stiamo parlando di un mercenario (più elegantemente un “contractor”), cioè di un soldato professionista che ha preso denaro per partecipare ad una guerra, scatenata in un paese straniero, l’Iraq, sulla base di falsi ritrovamenti di armi chimiche, e sulla reale necessità di controllare pozzi petroliferi, una Guerra a cui l’Italia ha partecipato in palese contrasto con l’Art.11 della nostra Costituzione. Stiamo parlando, quindi, non di un eroe che ha sacrificato la propria vita per salvarne molte altre, ma di un militare professionista conscio dei rischi che poteva correre.

Per queste ragioni chiediamo al Comune di Genova di retrocedere dal proprio proposito e chiediamo che la via o la piazza prescelta sia dedicata a tutte le vittime del lavoro che in Italia, con un trend in crescita, sono state 591 nei soli primi 7 mesi del 2017.

PRC Federazione di Genova - L’Altra Liguria - Circolo 30 giugno - Liguria Possibile - Pacifisti dell'ora in silenzio per la pace



Oggi: Simonetta conta su di te

Simonetta Astigiano ha bisogno del tuo aiuto con la petizione "Sindaco di Genova Marco Bucci: Il Comune di Genova intitoli una via ai morti sul lavoro". Unisciti con Simonetta ed 575 sostenitori più oggi.