Maurizio Pistocchi in TV: RIDATECI IL GIORNALISMO SANO E SCHIETTO!

0 hanno firmato. Arriviamo a 1.000.


«Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione.
La stampa non può essere soggetta ad autorizzazioni o censure.»
(Primi due commi dell'articolo 21 della Costituzione della Repubblica Italiana)

Dopo un’esperienza trentennale per Mediaset, ed in ultimo come opinionista di Serie A Live per la piattaforma Premium Calcio, da circa 2 anni il noto giornalista Maurizio Pistocchi è sparito dai teleschermi. 

Un curriculum di tutto rispetto quello del giornalista emiliano, tra cui si annoverano le esperienze più rilevanti a Pressing, L’appello del martedì con Maurizio Mosca e Guida al campionato. 

La motivazione ufficiale è la volontà di svecchiamento dei volti del canale, ma a quanto pare in realtà il giornalista paghi piuttosto la sua schiettezza, si dice fosse sgradito alla società calcistica Juventus. 

Sono dell’idea che in un paese democratico e libero, tutti devono avere la possibilità di esprimere il proprio parere o pensiero in maniera pacata. 

Ogni volta che un giornalista cessa di operare, un popolo perde un pezzo di storia o fatti, da raccontare e tramandare, da discuterne o farne tesoro, magari per le generazioni a venire. 

Con il tuo contributo possiamo aiutare Maurizio a “rioccupare” il posto che ha occupato per oltre 30 anni. Per un informazione sportiva libera da catene e censure.