LO STATO NON PAGA E FA FALLIRE LE IMPRESE

LO STATO NON PAGA E FA FALLIRE LE IMPRESE

0 hanno firmato. Arriviamo a 200.
Più firme aiuteranno questa petizione a destare l'interesse dei media locali. Aiuta a portare questa petizione a 200 firme!
Giuliana Campanella ha lanciato questa petizione e l'ha diretta a ministro del lavoro e a

Le imprese falliscono o sono sull'orlo del fallimento a causa dei ritardi dei pagamenti delle Pubbliche Amministrazioni.

L'incapacità dello Stato di onorare i propri debiti condanna il lavoro onesto e le imprese sane.

I tempi arrivano a superare i 12 mesi, fino a quasi 2 anni, per il pagamento delle fatture quando la normativa europea, recepita in Italia, impone il pagamento a 30 giorni fino ad un massimo di 60 per gli enti del servizio sanitario.

In questi anni di crisi è un paradosso che sia proprio lo Stato a mettere in difficoltà le aziende che creano lavoro , senza contare le poche gare messe a bando che si giocano al massimo ribasso.

Ad aggravare il tutto vi è il processo inarrestabile dell'innovazione tecnologica che richiede alle imprese sempre maggiori investimenti per restare al passo coi tempi e non essere tagliate fuori.

Ma oltre al danno c'è anche la beffa, le imprese sono infatti obbligate a emettere fattura per essere liquidate ma si trovano così costrette a pagare le tasse su ciò che non è stato ancora percepito.

I costi sono insostenibili anche in considerazione dell'accumulo degli enormi interessi bancari sulle anticipazioni avanzate.

Questo vortice innescato porta spesso a non poter pagare i contributi previdenziali e dunque ad essere impossibilitati a partecipare ai bandi stessi: l'anticamera del fallimento.

Chiediamo che lo Stato paghi le imprese entro i tempi dettati dalla normativa e che vigili affinché la stessa venga rispettata, le aziende non sono finanziatori delle Pubbliche Amministrazioni.

0 hanno firmato. Arriviamo a 200.
Più firme aiuteranno questa petizione a destare l'interesse dei media locali. Aiuta a portare questa petizione a 200 firme!