Veneto, tre richieste alla Regione per gli anziani

0 hanno firmato. Arriviamo a 500.


I Sindacati dei Pensionati trevigiani - SPI CGIL Treviso, FNP CISL e UILP UIL Belluno-Treviso - chiedono alla Regione del Veneto di adottare soluzioni più veloci, eque e trasparenti nell’ambito dell’assistenza agli anziani, in particolare di quelli in casa di riposo:

1. Più IMPEGNATIVE di residenzialità
Tutti gli anziani non autosufficienti in casa di riposo devono poter avere un posto letto con il contributo economico della Regione
2. MENO attesa per la SVAMA
I tempi per ottenere la Scheda di Valutazione Multidimensionale dell’Anziano vanno ridotti e uniformati per permettere a tutti l’accesso ai servizi
3. UGUALI vantaggi fiscali per le RETTE
La Regione deve intervenire subito con una norma per certificare un’unica percentuale di spesa sanitaria scaricabile dal Mod.730 per tutelare i cittadini

Nonostante le numerose sollecitazioni, invece, la Regione continua a ignorare queste problematiche, su cui è importante creare prima di tutto informazione e consapevolezza tra gli anziani e le famiglie, i primi a rimetterci e a doversi indignare!

Perchè per la SVAMA, che certifica il grado di non autosufficienza dell’anziano, l’attesa varia da distretto a distretto superando anche le tre settimane (durante le quali capita spesso che la situazione si aggravi e si debba ripartire con la trafila), così come cambiano le modalità di chiamata nei Centri di servizi. Nelle strutture, che da dieci anni hanno praticamente lo stesso numero di impegnative, solo il 75% degli utenti usufruisce del contributo regionale, gli altri sono costretti a pagare salate rette private (e in provincia di Treviso la situazione è anche più pesante rispetto alla media regionale). Infine, in assenza di una norma regionale sulla quota di retta da certificare come spesa sanitaria, come quelle di Emilia Romagna e Lomabardia, ogni casa di riposo adotta soluzioni differenti producendo disuguaglianze in termini di fiscali, visto che chi scarica il 10% e chi il 57%, senza peraltro che le famiglie ne siano informate prima.

La raccolta firme è partita a gennaio durante le Assemblee dei pensionati e nelle sedi di CGIL, CISL e UIL della provincia di Treviso. Informati, è importante, e firma anche tu per sostere le richieste da recapitare a Palazzo Balbi!

Per approfondimenti: Area anziani, tre richieste alla Regione
Scarica la locandina: Raccolta firme SPI CGIL, FNP CISL e UILP UIL Treviso

www.cgiltreviso.it/spi
www.cislbellunotreviso.it/FNP-Pensionati
www.uilpensionati.it