Topic

trasporti pubblici

18 petitions

Started 2 months ago

Petition to Attilio Fontana, Claudia Terzi, Marco Piuri

Trenord. Chiediamo l’abbonamento gratis a settembre!

10, 18, 29, 39, 44, 70, 102.  Non sono i numeri da giocare al lotto, ma i minuti di ritardo dei treni regionali su alcuni tabelloni di questa settimana, senza contare i treni soppressi. Questo è quello che i pendolari lombardi sono costretti a provare ogni giorno sulla propria pelle, senza che Trenord e Regione Lombardia siano mai riusciti a dare una risposta reale e strutturale a questo gravissimo problema, non degno di una Regione che si erge ad eccellenza italiana.  Ma, questa settimana, una cosa è cambiata: dopo anni passati a dire che i problemi non esistono, Regione e la Lega hanno riconosciuto che il servizio che offrono i loro treni è indegno. Bene, adesso non si fermino alle parole, per una volta. Occorre voltare pagina dopo 8 anni, occorrono soluzioni che superino l’attuale governance di Trenord voluta da Formigoni nel 2011 e sostenuta da Maroni e Fontana con la complicità del Movimento 5 Stelle. Chiediamo da subito un mese di abbonamento gratis a tutti i pendolari lombardi, quello di settembre. Non c’è modo migliore di scusarsi per le odissee quotidiane e per ringraziarli della loro infinita pazienza. Il Gruppo PD regionale lo chiederà ufficialmente al prossimo Consiglio, intanto però facciamoci sentire: firma questa petizione per dare più forza alla nostra proposta! Pietro Bussolati, Matteo Piloni Consiglieri Regionali PD

Pietro Bussolati
759 supporters
Started 5 months ago

Petition to Ferrotramviaria SPA, Giovanni Giannini, Sebastiano Leo, MICHELE EMILIANO

Miglioriamo il servizio FERROVIARIO della Ferrotramviaria

Il treno è la soluzione migliore, indispensabile e unica per i pendolari che nel nord barese devono raggiungere il proprio posto di lavoro o il luogo di studio (università o scuole di ogni ordine e grado). Il problema principe è che da qualche tempo i disagi sono aumentati esponenzialmente. Tra questi ci sono numerosi ritardi, non più straordinari ma diventati ordinari, arrivando anche alla soppressione frequente delle corse. Sempre più spesso,i treni sono invivibili perchè le carrozze sono troppo affollate soprattutto nelle ore di punta. Nella tratta Bitonto-Bari Centrale (tratta METROPOLITANA), per fare un esempio, i treni durante le ore di punta del mattino (7.00/8.00) sono ridotti a sole poche corse che terminano alle 7.15, per riprendere solo alle 7.54, costringendo i peondolari di tutta la tratta, che devono essere puntuali sul posto di lavoro o studio, a viaggiare su treni congestionati per i ritardi/soppressioni e per il conseguente sovraffollamento. Inoltre, numerosi e simili sono i disagi dei pendolari della tratta Barletta-Ruvo di Puglia, i quali, dopo l'incidente ferroviario di luglio 2016, sono in attesa del ripristino della tratta e seppur l'azienda gestore abbia cercato di trovare soluzioni vivono il trasporto con sempre maggior disagio. Chiediamo un aumento  delle corse nei mesi invernali; una revisione di orari; un aumento del numero di carrozze nei treni degli orari di punta; Il miglioramenti della congestione del trasporto; Chiediamo l'intervento: Di Ferrotramviaria spa, azienda e gestore della tratta. di Michele Emiliano Presidente della regione Puglia. di Giovanni Giannini, Assessore con delega ai Trasporti - Reti e Infrastrutture per la mobilità, Verifiche e Controlli dei Servizi TPL, Mobilità sostenibile; Lavori Pubblici, Risorse idriche e tutela delle acque, Difesa del suolo e rischio sismico. Sebastiano Leo, Assessore con delega alla Formazione e Lavoro - Politiche per il lavoro, Diritto allo studio, Scuola, Università, Formazione Professionale Tutto questo per permettere di migliorare un servizio indispensabile a lavoratori e studenti pendolari che fanno una scelta sui trasporti consapevole e ecosostenibile piuttosto che preferire mezzi di trasporto propri.

Stefano Delle Fontane
114 supporters
Update posted 3 weeks ago

Petition to Comune di Bitetto, Trenitalia, Regione Puglia

Più treni tra Bitetto e Bari!

Sono sempre di più i pendolari ma anche i semplici viaggiatori che quotidianamente utilizzano il treno per raggiungere Bari, complice anche lo stressante traffico cittadino.  Tuttavia, i cittadini di Bitetto devono scontrarsi con gli orari estremamente limitati che Trenitalia mette a disposizione sulla nostra linea ferroviaria (Bari - Taranto). Infatti: da Bitetto a Bari: in fascia antimeridiana non di punta, grazie ad una modifica di orario valida dal 14/01/19, i treni saranno alle 8.59, 10.18 e 12.44, con un salto comunque rilevante tra i vari treni; persiste un gap di oltre due ore anche in fascia pomeridiana (16.56, treno successivo alle ore 19.00)  da Bari a Bitetto: gap dalle 10.40 alle 12.43; e dalle 14.25 alle 16.24 (fatto gravissimo, vista la fascia oraria interessata!).  Questa situazione non è cambiata con l'istituzione del nuovo orario invernale (che ha visto solo l'aggiunta, finalmente, di un treno in partenza da Bari in tarda serata): anzi è peggiorata con la soppressione del collegamento in bus alle 10.20 da Bitetto e alle 11.20 da Bari. Una modifica d'orario successiva (vedi aggiornamento in basso) ha introdotto un treno alle 10.18 per raggiungere Bari, ma non ha ripristinato il bus alle 11.20. I nostri orari, confrontati con quelli di paesi limitrofi o simili a Bitetto, sono davvero penosi. Limitatamente ai comuni serviti da Trenitalia, a Giovinazzo passano 63 treni al giorno (che arriveranno a 67 dopo un incontro tra il comune e Trenitalia, che ha ascoltato le proteste -!!!- dei pendolari per la soppressione di alcuni treni), a Mola di Bari 60. A Bitetto appena 30, meno di Carovigno (località lontana più di un'ora da Bari), in cui passano 32 treni. Bitritto e Sannicandro, comuni limitrofi privi di stazione ferroviaria, dispongono però di frequentissime corse automobilistiche, risultando nel complesso più collegati al capoluogo rispetto a Bitetto. I dati riportati sono verificabili sui siti Internet delle compagnie di trasporto.  Nei giorni festivi la situazione è ancora più drammatica con un isolamento pressochè totale (9 treni: 4 andate e 5 ritorni), data anche l'assenza dei servizi automobilistici Fal.  Sarebbe quindi auspicabile che l'Amministrazione Comunale si faccia carico di questo problema e solleciti Trenitalia ad ampliare l'offerta commerciale sulla linea Bari-Taranto, linea su cui (vale la pena ricordarlo) sono stati spesi milioni e milioni di Euro per il raddoppio che è ormai quasi completo. Inoltre Bitetto, al contrario di Modugno e Grumo Appula, non risulta servita dalle FAL, che integrano i limitati orari Trenitalia con i loro treni.  COSA CHIEDIAMO? Nell'attesa di una revisione globale dell'offerta, da concordare con la Regione Puglia (committente del servizio), le proposte per tamponare la situazione sfruttando i treni già esistenti sulla linea ma che si limitano a transitare dalla nostra città sono le seguenti.  FERMATA del regionale 12630 Taranto-Bari, con arrivo a Bari alle 18.02 (ipotetica fermata a Bitetto intorno alle 17.45), ANCHE NEI FESTIVI. QUESTA RICHIESTA È STATA ACCOLTA. FERMATA del regionale 3613 in partenza da Bari alle 13.10, con arrivo ipotetico alle 13.25, almeno nel periodo scolastico; QUESTA RICHIESTA È STATA ACCOLTA MA È STATO SOPPRESSO IL TRENO DELLE 12.43; DI FATTO LA SITUAZIONE È IMMUTATA. FERMATA del regionale 12625 in partenza da Bari alle 15.24, rompendo il gravissimo isolamento tra le 14.25 e le 16.24.  Posticipo della partenza del treno 12619 (partenza attuale ore 10.40) alle ore 11.10, essendo già presente il treno 12617 alle 10.00 e in sostituzione del bus (ora soppresso) che partiva alle 11.20.  Questo per garantire ai cittadini la possibilità di raggiungere Bari in modo più adeguato, e per incentivare la mobilità sostenibile lasciando a casa l'auto. I pendolari di Bitetto auspicano nella determinazione dell'Amministrazione nel perorare questa causa e nella sensibilità della Direzione per la Puglia di Trenitalia e dell'Assessorato Regionale per i Trasporti. Perché anche Bitetto merita un servizio ferroviario efficiente! 

Paolo Falcicchio
304 supporters