Topic

populismo

4 petitions

Started 1 year ago

Petition to popolo italiano

Una Firma per la SOVRANITA' POPOLARE: Una PROMESSA da mantenere

Art.1 della Costituzione: "L'Italia è una Repubblica democratica, fondata sul lavoro. La sovranità appartiene al popolo, che la esercita nelle forme e nei limiti della Costituzione" La sovranità APPARTIENE AL POPOLO, non all'Europa o a dei politici/burocratici esteri. Questa promessa è una promessa da mantenere, poichè ad la realtà è che tale sovranità ha solo una validità formale e non sostanziale perché le sovranità che dovrebbero caratterizzare una democrazia sono state poco alla volta trasferite dal popolo alle élite tramite l'economia ed ai cittadini restano soltanto briciole di democrazia. Il neoliberismo è una dottrina economica che si regge su di un preciso cardine: la legge del più forte sul più debole. Poco alla volta ci hanno rubato tutte le nostre sovranità. Si pensi alla sovranità monetaria che dovrebbe essere la caratteristica principale di uno Stato, è stata donata a dei banchieri senza alcun mandato elettorale. In Italia nel 1981, dopo il divorzio tra Banca d’Italia e Tesoro, abbiamo perso la sovranità monetaria e a partire da quell’anno il debito pubblico è cominciato a salire. Con l’euro, moneta che è il trionfo del neoliberismo, si è ratificata questa perdita di sovranità. Stesso discorso per la sovranità alimentare e quella d'informazione. Dobbiamo uscire da questa gabbia liberale, firma la petizione ed unisciti al grido di sovranità.

Claudio Lauretti
5,692 supporters
Started 1 year ago

Petition to Presidenza della Repubblica

Dimissioni del Presidente della Repubblica

La ragione di questa petizione per chiedere le dimissioni di Mattarella nasce da una ragione semplice. Con il suo intervento a margine delle ultime consultazioni parlamentari, il Capo dello Stato è venuto meno al rispetto della volontà degli italiani espressa lo scorso 4 marzo. Sergio Mattarella ha escluso difatti arbitrariamente l'ipotesi di assegnare l'incarico ad un governo politico di minoranza del centrodestra perchè "non opportuno" in questa fase , preferendo piuttosto che a gestire questa delicata fase sia un "governo neutrale". L'espressione " governo neutrale" in realtà non fa altro che sostituire la famigerata formula di "governo tecnico", ma il significato e il contenuto di entrambe resta sostanzialmente lo stesso. Nessuno di questi due tipi di esecutivi difatti rappresenta la volontà espressa dagli elettori che hanno eletto un nuovo Parlamento per dare la fiducia ad un governo che rispetti al meglio il mandato popolare.   Sono ormai da 6 anni a questa parte che si assiste alla formazione di governi che non tengono conto del risultato elettorale e la decisione di Mattarella va purtroppo nella stessa direzione. La motivazione che un governo tecnico sia più legittimato a gestire l'attuale fase politica non appare assolutamente giustificata alla luce del fatto che un tale esecutivo si troverebbe nella stessa condizione di un governo politico di minoranza, ovvero quella di cercare i numeri in Parlamento necessari alla sua formazione. Ecco perchè appare doveroso chiedere le dimissioni del Capo dello Stato di fronte ad un atto in aperta violazione del mandato popolare del 4 marzo. Gli italiani non hanno votato per trovarsi di nuovo un premier come Mario Monti, rappresentante non degli interessi degli elettori, ma di organismi sovranazionali come l'UE e il FMI, per conto dei quali ha attuato politiche economiche di cui l'Italia ancora paga il prezzo.

Cesare Sacchetti
41,379 supporters