Topic

ospedali

111 petitions

Started 3 weeks ago

Petition to Presidente Christian Solinas

Pina Cui attivista Sos sanità Barbagia Mandrolisai.. Ospedale di Sorgono

Pina Cui attivista Gruppo Sos Barbagia Mandrolisai Il nostro motto è non ci fermeremo finché non avremo risposte per il nostro Ospedale. Questa deve essere la data di rinascita del nostro territorio dilaniato dai continui tagli, la prima delle manifestazioni pacifiche che attueremo in difesa dello stesso, mancanza di lavoro, viabilità, servizi ed in ultimo ma non per importanza ci stanno levando non solo il diritto alla salute ma il diritto alla vita. Caro Presidente Solinas la Barbagia Mandrolisai è una grande famiglia, con delle origini, tradizioni e dignità di cui andiamo fieri,  l'ospedale San Camillo di Sorgono ne è parte integrante ed essenziale, un fiore all'occhiello del nostro territorio che ha salvato centinaia di vite umane è ridotto ad una specie di guardia medica : Si dice che il popolo è sovrano e noi siamo il popolo, siamo dei semplici cittadini. Chiediamo a gran voce il ripristino dei servizi esistenti ed il potenziamento degli stessi : Anche noi siamo figli della Sardegna, figli dimenticati. Non ci interessa la Vostra presenza fisica sul nostro splendido territorio, ma la Vostra presenza istituzionale sotto forma di atti e risposte concrete, ribadisco risposte non promesse, non abbiamo margini su cui trattare, non possiamo trattare sulla vita dei nostri cari, dell'ospedale e della nostra zona. Allargheremo la lotta a tutta la Provincia perché tutti i presidi sanitari del Nuorese devono essere potenziati, cominciando dal San Camillo di Sorgono al San Francesco  di Nuoro, Lanusei, Macomer e a tutti gli altri. La Provincia di Nuoro è un solo cuore unito che batte: A Lei il compito di ricordare che anche noi siamo figli di questa terra, noi continueremo a rimmarcarlo senza arrenderci finché non avremo ciò che di diritto ci appartiene, ossia il diritto alla salute. Lotteremo tutti uniti sotto l'unica insegna del bene di un territorio che da anni viene spogliato da tutti i servizi..

pin cu
1,954 supporters
Update posted 3 weeks ago

Petition to Eugenio Giani, Direttore Az. USL Toscana Centro, Giulia Mugnai

Riapriamo nella sua piena funzionalità il Pronto Soccorso dell’Ospedale Serristori

Con questa petizione si chiede la riapertura H24 e 7 giorni su 7 del Pronto Soccorso dell’ospedale Serristori a Figline e Incisa Valdarno. Il pronto soccorso venne chiuso, insieme ad altri reparti dell’ospedale, ad inizio novembre 2020, cioè all'inizio della seconda ondata della pandemia da COVID-19, quando i reparti di medicina A e B (già chiusi) vennero trasformati in reparti COVID. Riguardo a questa chiusura furono interpellati direttamente i tre Sindaci del Valdarno per chiedere quali fossero le prospettive per l’ospedale. Solo la Sindaca di Figline e Incisa V.no rispose, ma in modo insoddisfacente. Nulla dagli altri due sindaci, uno dei quali (ex sindaco di Reggello, firmatario dei patti territoriali) siede oggi in consiglio regionale, ma che nulla ci sembra aver fatto riguardo all’ospedale Serristori. I patti territoriali, firmati nel 2013, prevedevano investimenti consistenti: per il Serristori erano previsti 2 milioni per la manutenzione straordinaria, in modo da farlo diventare un ospedale di zona di 1° livello, capace di garantire pronto soccorso 24 ore al giorno, anche con posti letto in sub-intensiva, con nuove sale operatorie per interventi chirurgici. Ad oggi i patti territoriali sono stati disattesi. Nel frattempo è stata ricostituita la società della salute fiorentina sud-est, della quale il comune di Figline Incisa è parte rilevante, essendo il secondo come quota di partecipazione dopo Bagno a Ripoli, ma anche da lì non sono arrivati segnali che indichino che cosa ne sarà del Serristori e del suo pronto soccorso, nonostante le sollecitazioni e richieste arrivate da più parti. E’ importante sottolineare che il pronto soccorso dell’ospedale Serristori ha ingressi e uscite separati rispetto ai padiglioni destinati ad ospitare i pazienti COVID, ed è quindi incomprensibile che tale servizio, essenziale per tutto il comprensorio del valdarno, non sia stato reso di nuovo fruibile. Chiediamo al Presidente della Regione Giani e al Direttore dell’Az. USL 10 Toscana Centro Dott. Morello Marchese e alla Sindaca di Figline e Incisa Valdarno Mugnai, di riaffermare la centralità di un servizio sanitario pubblico per la tutela del diritto alla salute dei cittadini attraverso la piena capacità operativa dei presidi ospedalieri territoriali. Nello specifico chiediamo la riapertura H24 e 7 giorni su 7, con tutte le figure sanitarie necessarie a garantirne la piena funzionalità, del Pronto Soccorso dell’ospedale Serristori a Figline e Incisa Valdarno. (Associazione politico-culturale ideaComune)

ideaComune
1,297 supporters