Topic

istruzione

15 petitions

Started 2 months ago

Petition to Parlamento Italiano

Lezioni di italiano a frequenza necessaria per i richiedenti asilo politico

Oggi possiamo fare qualcosa di semplice, gratuito e positivo per le centinaia di migliaia di richiedenti asilo (sulla stampa definiti anche come "migranti" o "profughi") che vengono e verranno ospitati nelle strutture di accoglienza in Italia (oltre 250.000 sono stati accolti, per periodi di durata variabile, tra l'inizio del 2015 e maggio 2017).  Si tratta di rendere obbligatoria per legge la frequenza alle ore di insegnamento della lingua italiana già organizzate dalle strutture di accoglienza. Attualmente le strutture organizzano lezioni di italiano, ma non sempre queste possono essere rese obbligatorie da frequentare: spesso i richiedenti asilo possono scegliere se partecipare, e decidere di quante ore fruire tra quelle offerte. Succede che alcuni preferiscano non frequentare, o partecipare solo a poche ore (3-4 alla settimana) anche se ne vengono offerte di più. Rendere necessaria la frequenza a tutte le ore offerte non aggiunge alcun costo agli oltre tre miliardi di euro annui già impiegati dai residenti della penisola italiana per l'accoglienza ai richiedenti asilo, ma porta valore alla vita di queste persone e alla comunità che li ospita. La manovra è vantaggiosa, qualunque sia l'opinione sul fenomeno dei richiedenti asilo: - Chi è a favore dell'accoglienza sa che questa dev'essere fatta bene, perché così porterà beneficio sia al richiedente asilo che al territorio: se una persona parla la lingua nazionale ha più chance di trovare un'occupazione o crearsela, contribuendo così alla crescita di sé e della comunità. - Chi non è a favore dell'accoglienza sa che è meglio avere sul territorio una persona che sa parlare l'italiano, piuttosto che una persona che non lo sa parlare; se questi rimarrà dopo l'esito della sua richiesta d'asilo, avrà più possibilità di prendersi cura di se stesso e minore probabilità di imboccare strade indesiderabili. Per rendere l'idea realtà, un passo utile è firmare questa petizione e diffonderla, ai fini del benessere collettivo e dell'uso virtuoso delle risorse già impiegate per l'accoglienza. Fonti: I numeri dell'asilo in Italia http://www.interno.gov.it/it/sala-stampa/dati-e-statistiche/i-numeri-dellasilo I costi dell'accoglienza (pag. 8-14) http://www.mef.gov.it/inevidenza/documenti/DOCUMENTO_PROGRAMMATICO_DI_BILANCIO_2017-IT_-_new.pdf Immagine: By Jbak87 (Own work) [CC BY-SA 3.0 (http://creativecommons.org/licenses/by-sa/3.0 via Wikimedia Commons)]

Valerio Callegaro
34 supporters
Update posted 2 months ago

Petition to Assessorato alla Crescita culturale di Roma Capitale, Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali

Per la riapertura del bunker di Villa Torlonia

Sono passati 200 giorni dalla chiusura al pubblico - avvenuta agli inizi dello scorso novembre - del circuito di visita al bunker e ai rifugi antiaerei di Villa Torlonia (Roma). Eppure il Sovrintendente Capitolino ai Beni Culturali, dott. Claudio Parisi Presicce, aveva assicurato pubblicamente la rapida definizione di un nuovo bando di gara ("entro poche settimane"), in modo da poter far partire la nuova gestione dall'inizio del 2017. Purtroppo di questo bando non c'è alcuna notizia. Nel frattempo si sta vanificando e disperdendo tutto il prezioso lavoro che era stato curato dall'Associazione Centro Ricerche Speleo Archeologiche-Sotterranei di Roma per la valorizzazione culturale e il lancio turistico di questo importante sito di memoria bellica. Un lavoro di recupero, documentazione e divulgazione che aveva suscitato grande attenzione, portando nei sotterranei di Villa Torlonia oltre 12 mila visitatori e 2.500 studenti in due anni. Il trascorrere del tempo e l'assenza di manutenzione e cura, rischiano inoltre di provocare un pesante danneggiamento dei delicati restauri che erano stati compiuti sulle antiche dotazioni tecnologiche presenti nelle strutture antiaereo (in particolare i sistemi antigas e le porte blindate). Ciò costituirebbe davvero un imperdonabile e inaccettabile sperpero di denaro pubblico. Le firmatarie e i firmatari della presente petizione denunciano l'inspiegabile e insensato stop burocratico ad un'esperienza inedita di sinergia tra pubblico e privato culturale che pure aveva dato ottimi frutti e lustro alla città, segnalano il preoccupante stato di abbandono di questo originale sito di memoria storica di valenza nazionale e chiedono che si proceda subito ad una nuova gara che porti in tempi rapidissimi alla riapertura al pubblico del bunker e dei rifugi antiaerei di Villa Torlonia (Roma). ----- For reopening Villa Torlonia's bunker It's been 200 days from the closing to the public of the bunker and air-raid shelters of Villa Torlonia (Roma). The Sovrintendente Capitolino, Dr. Claudio Parisi Presicce, had publicly assured the rapid definition of a new management notice, for re-open bunker since the beginning of 2017. Unfortunately there is no news. In the meantime we risk losing all the work that had been curated by the CRSA-Sotterranei di Roma for cultural and tourist enhancement of this important war memory's site. A work of recovery and documentation that had aroused great attention, bringing in the underground of Villa Torlonia over 12,000 visitors and 2,500 students in two years. The passage of time and the lack of maintenance, also risk heavy damage for the delicate work of restoration that had been made on the ancient technological equipment present in the air-raid shelters (particularly the antigas systems and the blast doors). This really would be an unacceptable waste of public money. Signatories of this petition denounce the senseless bureaucratic stop to this original experience who had brought prestige to Rome, report the alarming state of disrepair of this important site of memory and ask to the Municipality of Rome the immediately preparation of a new contract to the reopening to public of bunker and air-raid shelters of Villa Torlonia.

CRSA-Sotterranei di Roma
1,107 supporters
Update posted 3 months ago

Petition to Ministro dei Beni culturali, Assessore alle Culture Regione Lombardia, Sindaco di Como

Per un museo del razionalismo nella ex casa del fascio di Como

#museoexCDFcomo #MAARC_Como Sostenete l'associazione Culturale MADEinMAARC nell'obiettivo di recuperare a Como l'ex Casa del Fascio di Giuseppe Terragni ad un uso culturale e civile, per trasformarla in un punto di riferimento della cultura architettonica e artistica europea. Nel 1936 è stato inaugurato a Como uno degli edifici più emblematici dell'architettura moderna, l'ex Casa del Fascio di Giuseppe Terragni (1936), pietra miliare del razionalismo italiano ed europeo ed oggetto di ininterrotti studi e ricerche nelle piùprestigiose accademie del mondo, adiacente ad un altro rilevante edificio razionalista, l'ex Unione Lavoratori Industria (U.L.I.) realizzato da Cesare Cattaneo e Pietro Lingeri (1940). I due edifici sono utilizzati dagli anni '50 come comando della Guardia di Finanza e come sede dell'ASL.  Appartengono a un patrimonio legato alla stagione architettonico-artistica degli anni Venti/Quaranta, diffuso sul territorio comasco e lombardo, con esiti qualitativi e quantitativi eccezionali, al punto da rendere Como una delle mete imprescindibili dell'architettura e dell'arte del primo Novecento. La città ha un'antica vocazione architettonica che parte dai medioevali Magistri Comacini e dagli architetti interpreti del neoclassicismo e arriva alla figura di Antonio Sant'Elia e a quella di Terragni. E' un'eredità che non è stata ancora valorizzata né sotto l'aspetto dell'accessibilità alle architetture né per la possibilità di consultare gli archivi dei protagonisti del razionalismo e dell'astrattismo. In ogni parte del mondo i musei di nuova concezione si stanno dimostrando importanti punti di riferimento per il settore del turismo culturale nazionale e internazionale e le città puntano su queste strutture polifunzionali per affermare le proprie identità e vocazioni, con l'obiettivo di sviluppare nuove economie nei propri territori.  Crediamo che i tempi siano maturi per proporre la trasformazione dei due edifici, a partire dall'ex Casa del Fascio, in un complesso e moderno centro culturale, sede del museo del razionalismo e dell'astrattismo e motore di iniziative di rilievo nazionale e internazionale. E' quindi necessario individuare istituzioni o fondazioni italiane o straniere di prestigio interessate a promuoverlo e finanziarlo.  La proposta del nuovo museo appare significativa anche all'interno del sistema culturale dell'area geografica che da Milano si estende fino al Canton Ticino, importante crocevia culturale tra Nord e Sud Europa, caratterizzato dalla presenza di grandi opere del '900 e di importanti sedi universitarie come il Politecnico di Milano, l’Accademia di Brera, l’Accademia di Architettura di Mendrisio. L'associazione MADEinMAARC intende operare in accordo con altre realtà culturali e istituzionali che ne condividano gli obiettivi e auspica che tale progetto venga sostenuto da un movimento d'opinione internazionale e trasversale che, con la sua forza, spinga le Istituzioni a impegnarsi nella realizzazione di un progetto importante non solo per Como e la Lombardia, ma per l'intero Paese. Invitiamo tutti coloro che sono d'accordo con questo progetto a sostenerci affinché esso possa diventare realtà, sottoscrivendo questo documento. PROMOTORI Associazione MADE IN MAARC: Cristina Allevi, Giovannella Bianchi, Stefano Cagliari, Ado Franchini, Maximiliano Galli, Ebe Gianotti, Giovanna Saladanna. facebook:MAARC Museo virtuale Astrattismo Architettura Razionalista ComoMAARC - eventi/workshop www.maarc.it COMITATO SCIENTIFICOCarlo Bertelli, Lorenzo Degli Esposti, Peter Eisenman, Alberto Ferlenga, Maria Giuseppina Grasso Cannizzo, Heike Hanada, Jan Kleihues, Giovanni Marzari, Rafael Moneo, David Rifkind, Antonino Saggio, Vittorio Sgarbi, Benedetta Tagliabue, Cino Zucchi. SOSTENITORI La Triennale di Milano, Università IUAV di Venezia, Deutscher Werkbund, A.T.R.I.U.M. Forlì Architecture of Totalitarian Regimes in Urban Managements, Rotary Club Como Baradello Como, febbraio 2017 Per saperne di più: https://it.wikipedia.org/wiki/Giuseppe_Terragnihttps://it.wikipedia.org/wiki/Casa_del_Fascio_(Como)http://www.lombardiabeniculturali.it/architetture/schede/3m080-00039/http://www.cesarecattaneo.it/biografia.phphttp://www.lombardiabeniculturali.it/architetture/schede/3m080-00019/   RATIONALISM MUSEUM LOCATED IN THE CASA DEL FASCIO OF COMO The Cultural Association MADEinMAARC needs your committed support to restore the former glory of Casa del Fascio in Como. Your timely support will help us revitalize this cultural icon as a point of reference for the European architectural and artistic culture.Casa del Fascio has been a continuous subject of innumerable research studies in art and architecture by the most prestigious academies in the world, as it is a fine example and a symbol of rational architecture for the European architectural and art communities and critics. Casa del Fascio in Como, designed by Giuseppe Terragni (rationalist architect and thinker), was officially inaugurated in 1936. It is located next to another important rationalistic building, the former Unione Lavoratori Industria(U.L.I.), designed by Cesare Cattaneo and Pietro Lingeri in 1940.These two buildings are among the most emblematic examples of modern architecture and are considered as landmarks of the Italian and European rationalist architecture. Both buildings form a part of the heritage linked to Twenties-Forties of Italian modern architectural and artistic movement with several notable examples spread across Como and Lombard areas. The exceptional qualitative and quantitative outcomes of such heritage have made Como one among the key destinations to visit and understanding the modern art and architecture of the early 20th Century. It is no surprise that the City of Como has a deeply celebrated tradition and vocation for art and architecture that bears a diverse tenacity of knowledge, ranging from middle age masters called “Magistri Comancini” to Neoclassicism, Antonio Sant’Elia and Giuseppe Terragni. Since the Fifties, both buildings are the Headquarters of the Guardia di Finanza (Italian Finance Police) and the A.S.L. (Local Health Authority) with limited public access to these architectural jewels. Unfortunately, this rich heritage with its corporeal knowledge needs acknowledgement and access to public for them to learn and understand these icons of rational architecture along with their preserved original archives of protagonists of Como’s abstractionism art and the Rationalist architecture. We believe that it is time to transform these two buildings, starting with the “Casa del Fascio”, into a comprehensive modern cultural centre and a seat of rationalism and abstractionism art museum. It is important to note that these two prominent buildings will prove to be the beacons for the national and international communities promoting tourism and exchange of knowledge. Many prominent cities are already focusing on developing similar multifunctional cultural museum and centres, to assert the identity of their architectural and artistic vocation and heritage, and also aiming to develop new economies in their cities. It is important to identify national and foreign institutions and foundations that are interested in financially supporting our endeavour. The proposal for this new Museum and Cultural Center is also to offer a relevant program to connect and integrate the cultural organizations of Lombardy with Europe through Swiss Canton Ticino. These rich and shared cultural crossroads of Northern and Southern Europa, in presence of such great works of 20th Century rational architecture, would add significant value and prestige to this territory in which are already located relevant institutions like Milan Polytechnic, Brera Academy, and also to the Mendrisio Academy of Architecture. The Cultural Association MADEinMAARC fully intends to operate and collaborate with other cultural institutions and entities that share similar goals. The Association wishes to seek a process of inclusive community support including the interested Italian institutions to execute this project. We will remain focused in strengthening our vision and the process of development using constructive public opinion to keep in motion the credibility and significance of this project for the City of Como and Lombardy and for Italy. We request your pledge of support who agree with our objectives to realize this important project. Please sign and share! PROMOTERS: Cultural Association MADE in MAARC: Cristina Allevi, Giovannella Bianchi, Stefano Cagliari, Ado Franchini, Massimiliano Galli, Ebe Gianotti, Giovanna Saladanna. facebook:MAARC Museo virtuale Astrattismo Architettura Razionalista ComoMAARC - eventi/workshop www.maarc.it SCIENTIFIC BOARD: Carlo Bertelli, Lorenzo Degli Esposti, Peter Eisenman, Alberto Ferlenga, Maria Giuseppina Grasso Cannizzo, Heike Hanada, Jan Kleihues, Giovanni Marzari, Rafael Moneo, David Rifkind, Antonino Saggio, Vittorio Sgarbi, Benedetta Tagliabue, Cino Zucchi. La Triennale di Milano, Università IUAV di Venezia, Deutscher Werkbund, A.T.R.I.U.M. Forlì Architecture of Totalitarian Regimes in Urban Managements, Rotary Club Como Baradello Como, February 2017 For further information, visit the following websites: https://it.wikipedia.org/wiki/Giuseppe_Terragnihttps://it.wikipedia.org/wiki/Casa_del_Fascio_(Como)http://www.lombardiabeniculturali.it/architetture/schede/3m080-00039/http://www.cesarecattaneo.it/biografia.phphttp://www.lombardiabeniculturali.it/architetture/schede/3m080-00019/

made in maarc
2,950 supporters
Update posted 4 months ago

Petition to Editori di Star Wars, Disney Italia, Disney USA, Disney-Lucasfilm Press, Del Rey

Non bloccate la pubblicazione dei romanzi di Star Wars in Italia

[English version below] La grande opera di narrazione cross-mediale che Lucasfilm sta mettendo in atto attraverso film, serie TV, libri e fumetti consente, a tutti i fan più appassionati in tutto il mondo, di immergersi con regolarità e costanza nella Galassia di Star Wars e di cogliere ogni dettaglio dell’affresco complessivo. Da quest’anno però, la pubblicazione di tali libri in Italia è stata interrotta bruscamente, sembra per mere politiche economiche, impedendo a Multiplayer Edizioni di proporre tutti i nuovi titoli previsti per il suo piano editoriale, ma senza prevedere altre strategie di pubblicazione. Di fatto, l’Italia rimane l’unico grande Paese europeo senza date di uscita per i nuovi romanzi e le nuove guide nel 2017 e, nel momento di maggior risveglio del brand di Star Wars in Italia da anni (e conseguentemente anche dei suoi romanzi), viene bloccata senza riposta una realtà editoriale che ha creduto nella lettura di Star Wars e nei suoi fan, investendo tempo e risorse negli ultimi sette anni. Si lasciano così migliaia di fan curiosi e appassionati senza la possibilità di godersi appieno le nuove produzioni come Bloodline, Aftermath, Catalyst, Ahsoka, Thrawn, senza parlare di guide, enciclopedie o libri illustrati. Noi fan italiani di Star Wars ci uniamo quindi per chiedere a tutte le realtà editoriali e di licensing coinvolte, a Disney Italia e Disney USA di trovare un accordo per continuare a portare questi libri, fonte di gioia e fattore importante per spingere i più giovani a leggere, in Italia. Non crediamo, e non vogliamo credere, che le ipotizzate motivazioni economiche dietro uno schiaffo del genere siano insormontabili, perché tutte le parti coinvolte conoscono il mercato italiano e sanno cosa può offrire e cosa no, senza prendersi in giro. Preferire, in termini economici, il nulla ad un profitto sicuro ma modesto, e il conseguente danno d’immagine che comporterebbe l’assenza dei libri di Star Wars in tutte le librerie italiane, sarebbe una decisione dannosa per tutti: sia per i fan che verrebbero delusi per l’ennesima volta dalla gestione di Star Wars in Italia, sia per Multiplayer Edizioni che tanto ha investito negli anni, sia, ovviamente, per Disney stessa. ---Please don’t stop Star Wars publishing in Italy The great multimedial production by Lucasfilm is allowing all the fans all over the world to loose themselves into the deep Galaxy of Star Wars. This year, the publishing of Star Wars Books in Italy has been suddenly stopped, apparently for mere economical issues, preventing Multiplayer Edizioni to propose all the new titles previously announced, but without any other publishing plan. Actually, Italy is the only European country in which the new novels and guides won't be published in 2017, probably in the most important moment of brand awakening of the last few years. A publishing house has been stopped, the only One who believed in Star Wars for the last seven years. Bloodline, Aftermath, Catalyst, Ahsoka, Thrawn and many guides, encyclopedias and illustrated books won't be translated, leaving Fans without any chance to enjoy all these books. All the Italian Fans, together, want to ask to all the parts involved, licensing particularly, to Disney Italia and Disney USA to find an agreement in order to continue publishing these books, an important factor to attract the youth into reading, in Italy. We refuse to think, we don't want to think that all the economical issues can't be solved because everyone knows the Italian market, what can be offered and what can't be. It's impossible to think that any profit would be better than a sure but modest income. The absence of Star Wars books in Italian bookshops would be a painful decision for all of us, for the fans disappointed again about the Star Wars management in Italy, for Multiplayer Edizioni who believed and invested so much all over the years and for Disney itself. Sostenitori/Supporters: Star Wars Libri & Comics GuerreStellari.net Star Wars Fans Italia Star Wars Addicted (Images and video) Star Wars Italia The Dark Side of Naples LudoSport Italia - Sporting Light Saber Combat Academy Yavin 4 Fanclub FloRENce Knights CALderaan - Star Wars Fan Page SWX.it|Databank italiano su Star Wars Jawapedia La Tana del Sollazzo Regno Disney La Gazzetta Disney Nerdgate JustNerd NerdBurger Umorismo Sith Colpo grosso al Palazzo di Jabba L’Insolenza di R2-D2 I Discorsi di Chewbecca

Star Wars Libri & Comics
2,782 supporters