• Petitioned PepsiCo e ABF

This petition was delivered to:

PepsiCo e ABF

PepsiCo e ABF: basta con le espropriazioni di terra #ScopriilMarchio

    1. Petition by

      Oxfam Italia

  1.  
  2.   
March 2014

Victory

Fantastiche notizie per la campagna di Oxfam Scopri il Marchio!
In meno di sei mesi, insieme a centinaia di migliaia di consumatori in tutto il mondo, abbiamo convinto le tre Big mondiali dello zucchero a migliorare le loro politiche sui diritti alla terra.
Coca-Cola e PepsiCo hanno dichiarato "tolleranza zero" al land grabbing, mentre Associated British Foods ha creato nuove politiche per prevenire gli espropri di terra. Tutto questo non sarebbe stato possibile grazie a voi e a tutte le persone che hanno fatto sentire la propria voce, perciò... GRAZIE!
Questa è una dimostrazione che nessuna azienda è così grande da poter ignorare i propri consumatori.
Ora continuate a seguire #ScopriilMarchio: a maggio ci faremo ancora sentire dalle 10 Sorelle del Cibo sul tema del cambiamento climatico.
http://www.oxfamitalia.org/scopriilmarchio
Grazie,
Oxfam Italia

Cosa hanno a che fare le più grandi aziende alimentari del mondo con le espropriazioni di terra? Più di quanto si possa pensare.

Aziende come Coca-Cola, PepsiCo e Associated British Foods (ABF, che produce ad esempio Ovomaltina) acquistano e producono enormi quantità di zucchero in tutto il mondo. La domanda mondiale di zucchero cresce, e cresce anche la corsa alla terra per coltivarlo.

In Brasile e in Cambogia, abbiamo scoperto che le imprese che riforniscono di zucchero Coca-Cola e Pepsi hanno derubato gli agricoltori della loro terra, privandoli dei loro diritti. Il nome di ABF - il più grande produttore di zucchero in Africa - ricorre invece in una lunga serie di dispute territoriali irrisolte, con le quali intere comunità hanno perso la loro principale fonte di cibo e di reddito.

Aziende come Coca-Cola, Pepsi e ABF possono avere una grande influenza sull'industria dello zucchero, ma le loro politiche sull'uso della terra sono così deboli che non sanno nemmeno se il loro zucchero è coltivato su terreni espropriati.

Per fortuna cambiare tutto questo è possibile, e puoi farlo TU! Sei un consumatore: le più grandi aziende alimentari al mondo tengono a quello che pensi. Grazie alla tua pressione, Coca-Cola ha già deciso di agire, dichiarando tolleranza zero al land grabbing nella sua filiera e impegnandosi a migliorare le proprie politiche per garantire che i suoi podotti non provengano da espropri di terra.

Chiedi allora a Pepsi e ABF di fare in modo che lo zucchero che usano non porti alla espropriazione di terre altrui.

Recent signatures

    News

    1. Anche PepsiCo vi ha ascoltato!

      Dopo quasi sei mesi di pressioni, anche PepsiCo, la seconda azienda alimentare al mondo, ha ascoltato la voce delle quasi 275.000 persone, tra cui VOI, che le chiedevano di dichiarare tolleranza zero al land grabbing!

      Ora monitoreremo da vicino gli impegni presi dall'azienda (http://oxf.am/iM9) per garantire il rispetto dei diritti alla terra delle famiglie e delle comunità.

      Grazie!

      https://twitter.com/OxfamItalia/status/445933346053308416/photo/1

      Twitter / OxfamItalia: SWEET NEWS #ScopriilMarchio ...

      SWEET NEWS #ScopriilMarchio convince @PepsiCo a dichiarare tolleranza zero al #landgrabbing, e questo grazie a voi! pic.twitter.com/zkrQ1BPkci

    2. Reached 9,000 signatures
    3. Coca-Cola ha agito! Che aspettano Pepsi e ABF?

      A ottobre hai chiesto a gran voce a Coca-Cola, PepsiCo e ABF che il loro zucchero non fosse prodotto espropriando la terra dei contadini, e ha funzionato! Più di 225.000 persone hanno aderito a Scopri il Marchio, e Coca-Cola ha annunciato il suo impegno per garantire maggior rispetto dei diritti alla terra nella sua filiera (http://oxf.am/wZg). E questo grazie a te!

      Ora che Coca-Cola si è attivata, PepsiCo e Associated British Foods non hanno più scuse per non agire, perciò continueremo a farci sentire con loro, mentre monitoreremo Coca-Cola da vicino. E con l’assemblea annuale degli azionisti di PepsiCo in arrivo è il momento di aumentare la pressione proprio su di lei.

      Abbiamo bisogno del tuo aiuto per inondare la casella di posta di Pepsi chiedendole di tenere il passo con Coca-Cola e dichiarare anche lei "tolleranza zero al land grabbing".

      Scrivi subito a Pepsi: chiedile di mettere fine agli espropri di terra per coltivare zucchero. Agisci ora: http://bit.ly/1hhVLpo

    4. Coca-Cola ci ha ascoltato!

      Twitter / OxfamItalia: +225.000 consumatori convincono ...

      225.000 consumatori convincono @CocaColaCo ad agire contro gli espropri di terra nella sua filiera! #ScopriilMarchio pic.twitter.com/AtIVzMDnm3

    5. Reached 8,000 signatures

    Supporters

    Reasons for signing

    • giordano bencini ACQUASPARTA, ITALY
      • about 1 month ago

      perché la terra serve a seminare generi alimentari x l a fame nel mondo (X togliere la .)

      REPORT THIS COMMENT:
    • Armando Beltràn Soto Rodrìguez SANT'ANGELO DI PIOVE DI SACCO, ITALY
      • about 1 month ago

      La politica di queste multinazionali no riconosce nè diritti ne sanno che cos'è l'umanita e la morte che vanno seminando nel mondo de molti anni, ma penso che il loro potere deve essere fermato dai popoli stessi, boicottiamo questi nocivi prodotti che non sono alimenti, la loro composicione chimica daneggia a chi la beve, propongo che si diffonda un boicottaggio a queste multinazionali criminali, lo stesso fa anche la Nestlè, è importante quello che fatte sono pienamente convinto che perderebero tanti di quei soldi, ed è la cosa che più male li fa. Bebiamo acqua, fa bene, non si compri nessùn prodotto di queste multinazional della morte.

      REPORT THIS COMMENT:
    • Ornella Motta BERGAMO, ITALY
      • about 1 month ago

      La prepotenza non mi piace

      REPORT THIS COMMENT:
    • loredana pantaleone GROSSETO, ITALY
      • about 1 month ago

      Per il rispetto delle persone e della terra.

      REPORT THIS COMMENT:
      • 4 months ago

      lo zucchero é come la droga crea dipendenza ed é alla base di malattie cardiovascolari, demenze e calcinomi.

      REPORT THIS COMMENT:

    Develop your own tools to win.

    Use the Change.org API to develop your own organizing tools. Find out how to get started.