Basta ai guadagni delle discoteche ottenuti sfruttando i nomi delle scuole pubbliche ed ai video provocatori girati negli edifici scolastici
  • Petitioned Dirigente dell’Ufficio scolastico di Brescia dott.ssa Raimondi

This petition was delivered to:

Ufficio Scolastico Territoriale di Brescia
Dirigente dell’Ufficio scolastico di Brescia dott.ssa Raimondi

Basta ai guadagni delle discoteche ottenuti sfruttando i nomi delle scuole pubbliche ed ai video provocatori girati negli edifici scolastici

    1. Marco Castelli
    2. Petition by

      Marco Castelli

      Brescia, Italy

Credo che sia vergognoso che alcune discoteche sfruttino il nome delle varie scuole bresciane per organizzare e pubblicizzare delle feste che poco hanno a che vedere con l'ambito istruttivo ed educativo, del quale l’istituzione scolastica è immagine.

Inoltre penso che sia deplorevole che si ottengano dei guadagni privati (ovviamente senza permesso alcuno), utilizzando i nomi delle istituzioni pubbliche, arrivando a chiedere persino ai Rappresentanti d’Istituto di sfruttare il loro ruolo istituzionale per vendere le prevendite, facendo guadagnare sia loro, sia la discoteca.

Infine, dato che questi eventi vengono spesso pubblicizzati girando anche dei video nei locali della scuola con la presenza di modelle, alcool o scene violente, credo che ciò stoni nei luoghi deputati alla cultura, all’educazione delle pari dignità, all’insegnamento ed agli inviti alla non-violenza.

 

E’ quindi per questi motivi che è importante chiedere un forte intervento da parte dell’Ufficio Scolastico provinciale, affinché vieti il generarsi di queste situazioni e chieda ai presidi delle singole scuole di vigilare al riguardo. 

To:
Dirigente dell’Ufficio scolastico di Brescia dott.ssa Raimondi, Ufficio Scolastico Territoriale di Brescia
la prego di invitare i Dirigenti delle singole Scuole secondarie superiori della Provincia, a vigilare attentamente sui tentativi da parte dei gruppi privati che organizzano eventi in discoteca, di sfruttare economicamente i nomi di queste istituzioni pubbliche senza alcun ritegno ed autorizzazione.
Grazie per l'attenzione.

Sincerely,
[Your name]

Recent signatures

    News

    1. Reached 525 signatures
    2. Incontro con la dottoressa Mariarosa Raimondi

      Marco Castelli
      Petition Organizer

      14/02/2013
      Questo pomeriggio ho incontrato la dottoressa Maria Rosa Raimondi, dirigente dell'Ufficio Scolastico Territoriale di Brescia e provincia, per consegnarle in cartaceo le prime 500 firme e per chiederle come intende comportarsi in relazione a questa petizione.
      Dopo avermi illustrato il comportamento tenuto lo scorso anno quando, per la prima volta, si erano messe in luce queste dinamiche di profitto (preferendo un “profilo basso” e convocando privatamente i presidi senza rilasciare dichiarazioni), mi ha chiesto alcune informazioni riguardanti i casi di quest’anno, la reazione agli stessi e la nascita e lo sviluppo della petizione, dicendo di avere apprezzato il fatto che ci si sia rivolti a lei attraverso dei canali ufficiali.
      Ha infine promesso che al più presto ci farà avere una sua dichiarazione formale, nella quale presenterà le sue decisioni in merito e come intenderà agire per provare ad arginare certe situazioni.

    3. Reached 501 signatures
    4. Il video per la festa del Gambara

      Marco Castelli
      Petition Organizer

      Il video per la festa del Gambara del 4 febbraio 2012
      http://www.youtube.com/watch?v=KmvnmcnL5U0

    5. La lettera sul video del Calini

      Marco Castelli
      Petition Organizer
      La Scuola e la discoteca

      Fine dell'anno. A scuola tempo di recuperi, ultime verifiche e compiti delle vacanze, ma anche, almeno da alcuni anni a questa parte, di feste organizzate dalle varie discoteche per gli studenti degli istituti superiori cittadini. L'organizzazione di questi eventi è lineare: ogni sabato si ha la presenza degli studenti di una diversa scuola, e la ...

    6. La lettera delle professoresse del Calini

      Marco Castelli
      Petition Organizer

      Quel video che offende la donna e le nostre studentesse

      LA LETTERA DI DUE DOCENTI Quel video che offende la donna e le nostre studentesse "Come è potuto succedere che un tale filmato sia stato girato all'interno della scuola?" Pubblichiamo per intero la lettera di due docenti del liceo scientifico Calini in merito al video girato nella scuola per pubblicizzare una festa alla discoteca Circus sabato 15 dicembre.

    7. Reached 250 signatures
    8. Reached 100 signatures
    9. Il video girato all'interno del Liceo Calini per la festa del dicembre 2011

      Marco Castelli
      Petition Organizer

      Liceo Calini, festa "a tutti i costi"

      Liceo Calini, festa «a tutti i costi»: Il video che pubblicizzava l'evento Vimeo - CorriereTv. Guarda adesso il video "Liceo Calini, festa "a tutti i costi"" su Corriere TV!

    10. Il video girato all'interno del Liceo Calini per la festa del dicembre 2012

      Marco Castelli
      Petition Organizer

      Rockstar party al Circus

      Rockstar party al Circus: Il video che pubblicizza la festa al Circus sabato 15 dicembre, girato al liceo Calini; tra gli attori la modella Valeria Colosio. Guarda adesso il video "Rockstar party al Circus" su Corriere TV!

    11. Reached 10 signatures
    12. 18 febbraio 2012

      Marco Castelli
      Petition Organizer

      Gli studenti del Leonardo: "Nulla a che fare con quella festa"

      LA REPLICA Gli studenti del Leonardo: "Nulla a che fare con quella festa" I rappresentanti d'istituto:non c'è collegamento tra il "Leo party" tenutosi il 28 gennaio al Circus e il nostro liceo Il "Leo party", organizzato sabato 28 gennaio alla discoteca Circus di via Dalmazia non era la festa del liceo Leonardo.

    13. 11 febbraio 2012

      Marco Castelli
      Petition Organizer
      Feste scolastiche, la rivolta dei "pr"

      Sono finiti sotto accusa per lo sfruttamento commerciale del nome di alcuni istituti superiori Feste scolastiche, la rivolta dei "pr" "Continueremo a organizzarle perché non facciamo nulla di male" Davide Briosi ha 25 anni, si è diplomato all'Itis e sta per laurearsi in Grafica, Design e Multimedia.

    14. 13 febbraio 2012

      Marco Castelli
      Petition Organizer

      Il caso dei video trasgressivi approda in provveditorato

      PER I RAGAZZI DELL'ARNALDO CHE HANNO ORGANIZZATO LA FESTA UNA NOTA SCRITTA Il caso dei video trasgressivi approda in provveditorato Martedì 14 febbraio si terrà una discussione con tutti i dirigenti scolastici sulle feste organizzate dalle discoteche Il video "trasgressivo" di alcuni studenti dell'Arnaldo approda in provveditorato, dove martedì si terrà una discussione allargata ai dirigenti scolastici delle scuole bresciane per ragionare insieme del problema dello "sfruttamento commerciale fatto da alcune discoteche bresciane delle feste studentesche".

    Supporters

    Reasons for signing

      • over 1 year ago

      Non è accettabile che per far guadagnare qualcuno si utilizzino le scuole, il cui ruolo è la formazione di uomini e donne maturi, capaci di generare speranza per tutti, per mandare messaggi che diseducano. L'Italia oggi più che mai ha bisogno di cittadini onesti, non di gente che per il proprio interesse svende ogni valore e ideale. Grazie per questa petizione!

      REPORT THIS COMMENT:
      • over 1 year ago

      perché senza educazione a uno sguardo profondo sulla realtà non c'è futuro

      REPORT THIS COMMENT:
      • over 1 year ago

      E' importante perchè i valori che deve trasmettere la scuola sono quelli che danno basi solide alla nostra società, non il puro divertimento-sballo fine a se stesso.

      REPORT THIS COMMENT:
    • mariantonia piotti BRESCIA, ITALY
      • over 1 year ago

      perchè si è perso il senso della vergogna

      REPORT THIS COMMENT:
      • over 1 year ago

      Ho un figlio in una delle scuole cittadine. Speravo fossero altri i valori e gli ideali passatigli!

      REPORT THIS COMMENT:

    Develop your own tools to win.

    Use the Change.org API to develop your own organizing tools. Find out how to get started.