Emissione ordinanza ad horas per sospensione attività Fri-El
  • Petitioned Alla cortese att. ne del SIG. SINDACO DI ACERRA RAFFAELE LETTIERI

This petition was delivered to:

Comune di Acerra
Alla cortese att. ne del SIG. SINDACO DI ACERRA RAFFAELE LETTIERI

Emissione ordinanza ad horas per sospensione attività Fri-El

    1. Petition by

      Redazione NeWage

Questa petizione è fondamentale per la salubrità, non solo a livello locale, ma nazionale, perché un'azienda senza V.I.A (Valutazione d'Impatto Ambientale) incide negativamente sulla preservazione del territorio e sull'intera filiera produttiva alimentare.

La Redazione NeWage, su istanza del
Il Movimento Cinque Stelle, Insorgenza Civile
Le Associazioni: ___________________________________________________________________________________________________
I sottoscritti cittadini campani
PREMESSO CHE:
L’Industria Friel (Centrale a Biomassa), sita in zona Montefibre (Acerra) è un impianto altamente inquinante, autorizzato dalla Regione, senza V.I.A. (valutazione di impatto ambientale);
che la Friel sta inquinando tutta l’area, per altro già compromessa da altri impianti avvelenanti come dimostrato da analisi tossicologiche, qui allegate, fatte in maniera privata dalle quali è stato rilevata una quantità di policlorobifenili (PCB) impressionante, ossia inquinanti che risultano tossici quanto e più della diossina, come emerge dalle rilevazioni fatte su campioni di olio di palma e altro prelevati sia all’interno del cantiere che delle cisterne;
che dalle analisi è stata rilevata una quantità di gran lunga superiore a quella presente nella zona di Brescia dove c’era l'unico stabilimento di produzione, brevettato dalla Monsanto, la Caffaro, che ha terminato l'attività nel 1983 e che il caso Brescia è stato uno dei maggiori casi a livello mondiale di contaminazione da PCB nelle acque e nel suolo, in termini di quantità di sostanza tossica dispersa, estensione del territorio contaminato, numerosità della popolazione coinvolta, durata della produzione; 
che i valori rilevati dalla ASL bresciana nel 1999, che sono risultati 5000 volte al di sopra dei limiti fissati dal DM 471/1999 (livelli per area residenziale, 0.001 mg/kg) hanno portato, a giugno 2001, all’apertura di un’inchiesta per disastro ambientale da parte della Procura della Repubblica di Brescia; 
che il Sindaco, quale organo responsabile dell'amministrazione comunale; è legittimato ai sensi e per gli effetti dell'articolo 50 D.Lgs. 18 agosto 2000 n. 267, ad emanare ordinanze contingibili ed urgenti in presenza o meglio per far fronte ad un pericolo imminente ed attuale;

CHIEDONO CON QUESTA PETIZIONE L’IMMEDIATA EMISSIONE DI UN’ORDINANZA AD HORAS PER SOSPENDERE L’ATTIVITA’ DELLA FRIEL

Recent signatures

    News

    1. Reached 100 signatures
    2. La città di Acerra contro la Fri-El Sensibilizzati e presenti giovanissimi

      NeWage Corner - webNeWage JimdoPage!

      che la Fri-El sta inquinando tutta l'area, per altro già compromessa da altri impianti avvelenanti come dimostrato da analisi tossicologiche, qui allegate, fatte in maniera privata dalle quali è stato rilevata una quantità di policlorobifenili (PCB) impressionante, ossia inquinanti che risultano tossici quanto e più della diossina, come emerge dalle rilevazioni fatte su campioni di olio di palma e altro prelevati sia all'interno del cantiere che delle cisterne;

    3. NeWage richieda al Sindaco di Acerra di emettere un'ordinanza contro Fri-El

      NeWage Corner - webNeWage JimdoPage!

      che la Fri-El sta inquinando tutta l'area, per altro già compromessa da altri impianti avvelenanti come dimostrato da analisi tossicologiche, qui allegate, fatte in maniera privata dalle quali è stato rilevata una quantità di policlorobifenili (PCB) impressionante, ossia inquinanti che risultano tossici quanto e più della diossina, come emerge dalle rilevazioni fatte su campioni di olio di palma e altro prelevati sia all'interno del cantiere che delle cisterne;

    4. Reached 25 signatures
    5. Questa, la videoinchiesta sulla Fri-El a base della richiesta

      YouTube

      Videoinchiesta a cura di Lidia Ianuario, che ne ha curato riprese, servizio e montaggio, nonché la direzione, per il portale NeWage, accessibile e fruibile per ciechi ed ipovedenti. Tutti i diritti di riproduzione, anche parziali, di ogni contenuto (parole, immagini e suoni) sono soggetti a copyright.

    6. Reached 5 signatures

    Supporters

    Reasons for signing


    Develop your own tools to win.

    Use the Change.org API to develop your own organizing tools. Find out how to get started.