In questo momento, lo Yoga è importante!

0 hanno firmato. Arriviamo a 2.500.


All’attenzione di YANI e del Ministero della Salute,
 
L’emergenza sanitaria in corso ha portato a cambiamenti drastici nelle nostre vite. Ci troviamo in un momento di incertezza, di smarrimento, di crisi.
Lo Yoga, disciplina psicofisica volta alla ricerca di serenità profonda tramite strumenti alla portata di tutti, come il corpo ed il respiro, è stata riconosciuta a livello mondiale per la sua importanza proprio in momenti come quello che stiamo vivendo.
La normativa UNI 11661 richiama proprio questi aspetti che, se pur non prettamente sanitari, ricadono nella definizione estensiva di salute definita dall’OMS, come ‘stato di completo benessere fisico, psichico e sociale e non semplice assenza di malattia’.
 
Nel suo aspetto fisico la pratica Yoga risulta ad oggi essere una pratica a basso rischio, proponendo esercizi generalmente non aerobici.
È importante sottolineare come proprio l’aspetto non aerobico della pratica fisica sia alla base di questa disciplina, che riconosce una correlazione diretta tra la frequenza del respiro e di conseguenza del battito cardiaco, e l’agitazione mentale.
 
Che lo Yoga sia insegnato come professione autonoma o in ambito associativo, sportivo, dilettantistico o culturale, non fa differenza a livello del beneficio che può portare ai praticanti, che mai come in questo momento hanno bisogno non solo di scaricare le tensioni a livello fisico ma anche – e soprattutto – mentale.
 
Come insegnanti di Yoga, ci siamo adeguati e molti di noi hanno riversato le proprie competenze su piattaforme on-line, per poter fornire una continuità ai nostri allievi. Ma proprio per la natura di supporto non solo fisico ma anche filosofico, pedagogico, psicologico, è solo dalla frequenza in presenza che si possono trarre i massimi vantaggi nel rapporto insegnante-allievo.
 
Con fiducia, chiediamo che l’importanza di questa disciplina in questo momento di crisi mondiale sia riconosciuto, permettendone l’insegnamento anche laddove altre attività ginniche siano state proibite.
 
Grazie per l’ascolto,