Volvo rigenerazione DPF - Livello olio motore troppo alto - Sicurezza ed Autocombustione

Volvo rigenerazione DPF - Livello olio motore troppo alto - Sicurezza ed Autocombustione

0 hanno firmato. Arriviamo a 100.
Più firme aiuteranno questa petizione ad essere inclusa tra le petizioni raccomandate. Aiuta a portare questa petizione a 100 firme!
Vincenzo Signore ha lanciato questa petizione e l'ha diretta a VolVo e a

L'uso in città aumenta il rischio delle rigenerazioni del DPF che senza essere segnalate possono essere interrotte dallo spegnimento e riaccensione nell'uso cittadino.

Succede, che il gasolio incombusto in eccesso delle post-iniezioni tracima attraverso i cilindri nella coppa dell’olio andando ad aumentare progressivamente il livello dell’olio motore, alterando nel contempo le sue proprietà lubrificanti e  bisogna cambiare l’olio (ovviamente a pagamento) dopo appena 3000 o 5000 Km.

L’eccesso di olio misto a gasolio nella coppa innesca il fenomeno di autoalimentazione del motore attraverso il sistema di ventilazione / ricircolo vapori olio dal monoblocco, collegato di norma al condotto di aspirazione aria diretta al turbocompressore. D’altra parte, l’olio aspirato dal turbocompressore in eccesso d’aria, è un buon combustibile e miscelato al gasolio lo è ancora di più. Il fenomeno, in ogni caso, è molto grave e pericoloso, sia per gli ingenti danni conseguenti, che quasi sempre non vengono riconosciuti dal fabbricante, sia perché la rapidità e l’imprevedibilità dell’evento o le particolari condizioni stradali ed ambientali, non sempre consentono di evitare incidenti e conseguenti lesioni agli occupanti od a terzi. Né può essere accettabile sul piano giuridico ed etico il comodo alibi delle Case costruttrici che si ritengono sollevate da ogni responsabilità oggettiva solo perché la tale vettura è dotata di spia o messaggio di avvertimento per l’utente. L’utilizzatore deve essere correttamente informato, anche tramite la documentazione a corredo del veicolo, dei reali rischi connessi all’uso dell’auto o al posticipo di certe operazioni di manutenzione ritenute di routine dall’utente comune. (cit. sicurauto.it)

0 hanno firmato. Arriviamo a 100.
Più firme aiuteranno questa petizione ad essere inclusa tra le petizioni raccomandate. Aiuta a portare questa petizione a 100 firme!