Reasons for signing

See why other supporters are signing, why this petition is important to them, and share your reason for signing (this will mean a lot to the starter of the petition).

Thanks for adding your voice.

Filomena Giovine
2 years ago
Mia nipote sei mesi affetta da questa patologia. Scoperto da un mese. Sei mesi in ospedale.

Thanks for adding your voice.

Francesco Zaccar
2 years ago
Autiamoli

Thanks for adding your voice.

Teresa Anna Massenzio
2 years ago
Mia figlia ha 13 anni e ne soffre dalla nascita.......è dura .....non può uscire con le amichette, andare al mare con loro o in gita scolastica...lei è l'unica ragazzina nel nostro piccolo paese ad avere l'epp. ...rimane a casa fino al tramonto perché ha paura di sentirsi male......quando il sole va via può affacciarsi in strada .....ma a quell'ora non ci sono piu' le sue amiche!!!!!

Thanks for adding your voice.

Ramona Vergani
3 years ago
Come sarebbe vivere senza sole ? Aiutiamo queste persone ad avere una vita normale!

Thanks for adding your voice.

lucia gallo
3 years ago
Là vita è sacra tutti abbiamo diritto di curarci!

Thanks for adding your voice.

Patrizia Vianello
3 years ago
Tutti hanno il diritto di vivere dignitosamente soprattutto quando la ricerca scientifica ci aiuta a farlo e non c'e' badge che tenga!

Thanks for adding your voice.

gianfranco antonetti
3 years ago
gianfranco antonetti

Thanks for adding your voice.

serena leoni
3 years ago
Per Martina. Per la sua commozione nel raccontarmi la sua prima volta al mare, l'anno scorso, a 22 anni, grazie a questo farmaco.
A tutti voi, alla vostra forza!

Thanks for adding your voice.

Livia Ronzani
3 years ago
Firmo perché non riesco ad immaginare una vita senza il sole, auguro a tutte le persone affette da Protoporfiria Eritropoietica di poter prima possibile avere accesso a questo farmaco. Avete il sacrosanto diritto di vivere liberamente di giorno e non solo di notte.

Thanks for adding your voice.

gianni carta
3 years ago
vorrei aiutare lei e tutti quelli che soffrono la sua malattia