No Business Park Tor di Valle (detto Stadio della Roma)

0 hanno firmato. Arriviamo a 200.


Contro ogni Speculazione edilizia ed ulteriore ipertrofico Consumo di Suolo che contraddistingue negativamente l’Italia col suo triste primato.    

A Roma, incombe il controverso Business Park a Tor di Valle, che qualcuno si ostina a chiamare "Stadio della Roma" in una zona, peraltro, del tutto inadeguata, inserita in un’ansa del fiume Tevere ad alto rischio idrogeologico, come già denunciato dall’Autorità di Bacino e dall’I.N.U. (Ist. Nazionale di Urbanistica) e come confermato dall’utilizzo previsto di una pompa idrovora da milioni di euro e da varie misure di contenimento del rischio.

Il P.R.G. della Capitale prevedeva in quella zona area verde con annesso impianto sportivo a basso impatto o il parco fluviale del Tevere, poi derogato dalla “leggi sugli stadi”.

Firmiamo per fare arrivare la nostra voce con forza agli amministratori di ogni colore partitico.

Firmiamo per fermare, o almeno limitare ai casi realmente utili, l’ondata inarrestabile di Cemento superfluo, quello dovuto soltanto agli interessi di pochi speculatori, collusi con uomini politici d’ogni sorta e provenienza.

Firmiamo per fermare l’ennesima cattedrale nel deserto della Capitale, nascosta dal velo pretestuoso del calcio, e tutte le opere che nel nostro Paese non siano davvero socialmente utili.'



Oggi: Domenica conta su di te

Domenica Annibaldis ha bisogno del tuo aiuto con la petizione "Virginia Raggi: No Business Park Tor di Valle (detto Stadio della Roma)". Unisciti con Domenica ed 141 sostenitori più oggi.