perchè è stata chiusa la sagra agrofesta "settembre ai fichi" di San Mauro Cilento?

0 hanno firmato. Arriviamo a 500.

sergio caserta
sergio caserta ha firmato questa petizione

La sera di sabato 7 settembre i carabinieri con l'ASL hanno compiuto un’ispezione durante l’agro festa “settembre ai fichi”, nella forma di una vera e propria incursione "manu militari", generando timore e un generale sconcerto. La nota e apprezzata manifestazione gastronomica e culturale, giunta alla tredicesima edizione, si svolge per le strade del borgo antico del Comune con il coinvolgimento dell’intera cittadinanza che apre le porte delle sue case, allestisce stand, attiva mostre, incontri, performances teatrali e musicali, anima per alcuni giorni l’intero paese con una partecipazione sempre entusiasta e crescente di residenti e turisti provenienti da tutt’italia e dall’estero.
Una festa popolare gioiosa, in cui si esprime un meridione operoso, pulito, autenticamente proteso al riscatto dai tanti problemi che l’affliggono.
Si può dire che “settembre ai fichi”, sia una delle manifestazioni di questo genere più significativa e attrattiva per un turismo all’insegna della cultura, della naturalità, soprattutto della socialità e per il modo straordinariamente gentile e disponibile in cui viene organizzata e gestita.
Ora indipendentemente da quali potranno essere le ragioni normative, amministrative e le coperture procedurali, noi restiamo allibiti per un provvedimento “manu militari” che ha prodotto un evento traumatico per un’intera comunità, accomunata in una non chiaramente individuata responsabilità collettiva.
Le vie legali stabiliranno se il provvedimento di chiusura istantanea della sagra fosse atto dovuto e inevitabile con carattere di immediatezza, resta l’amaro dubbio che in questo caso si sia applicato in modo ferreo un provvedimento con intransigenza e zelo perlomeno eccessivi.
Si ha l’impressione che tutto ciò abbia il sapore della volontà di colpire in modo eclatante un evento che ha raggiunto un livello di successo e di considerazione, proprio perché molto diverso dalle più ordinarie e dozzinali manifestazioni di questo genere, e perché a farlo sia una comunità da tempo impegnata con le sue istituzioni, concretamente, su temi di qualità ambientale a difesa della biodiversità, della sana agricoltura e dell’acqua pubblica, contro speculazioni e sofisticazioni. Esprimiamo per questo la più sincera e attiva solidarietà a tutta la cittadinanza di San Mauro Cilento.

primi firmatari
Luciano Schiavo
Sergio Caserta
Adriana Di Rienzo
Silvia Manfredini
Romeo Pisano
Maria Cristina Marchesini
Celeste Parmigiano
Letizia De Rosa
Dora Cirillo
Bianca Conte
Donatella Guarino
Adolfo Fattori
Mariarosaria Lembo
Giuseppe di Rienzo
Amelia Mauro