La città di Pompei è a rischio sicurezza. Difendiamola!

0 hanno firmato. Arriviamo a 500.


Pompei, patrimonio culturale mondiale, con il piú famoso sito archeologico Unesco, è vittima oggi di una vera e propria usurpazione del territorio e dei suoi cittadini, grazie alla modifica di un progetto di ammodernamento viario della Circumvesuviana, attuale Eav.

Noi cittadini pompeiani chiediamo il tuo  sostegno per impedire la realizzazione del progetto, così voluto da un’insana e generalizzata politica locale, e non solo.

 


Il progetto viene da lontano...

Nato circa 20 anni fa, viene approvato nel 2011 con il parere positivo di tutti gli enti preposti.

Sin dall’inizio prevede l'INTERRAMENTO della LINEA FERROVIARIA che attraversa la città, con conseguente miglioramento della viabilità ed eliminazione dell’impatto ambientale del treno in superficie. Tale progetto riguardava anche alcuni paesi limitrofi nei quali è effettivamente stato portato a termine.

 


>>Vedi il progetto approvato: 

(http://ww2.gazzettaamministrativa.it/opencms/export/sites/default/_gazzetta_amministrativa/amministrazione_trasparente/_campania/_pompei/090_prov/010_pro_org_ind_pol/2014/Documenti_1403615767005/1403780977455_c.c._n._58_del_13.09.2011.pdf )

Dopo anni di silenzio, apprendiamo di un nuovo progetto “definitivo” completamente modificato, senza il coinvolgimento dovuto delle associazioni e dei cittadini (come si confà per un progetto di tale rilevanza), che per  eliminare i passaggi a livello dei treni nella città, impone la creazione di pericolosi sottopassi, l’innalzamento di muri barriera, la creazione di un grande parcheggio sotterraneo, con conseguenti disagi alla città.

Un progetto disastroso sotto tutti i punti di vista; con problemi di viabilità (aumenterà il congestionamento del traffico) e metterà fortemente a rischio la sicurezza dei cittadini.

>>Qui puoi vedere il progetto modificato:

https://www.madeinpompei.it/2018/09/09/via-i-passaggi-a-livello-circum-e-una-grande-isola-pedonale-il-progetto-per-pompei-centro-video/

 

Siamo stanchi di subire!

Ed è per questo che ci stiamo mobilitando affinchè venga realizzato il “progetto già approvato nel 2011”. 

Diciamo quindi:

> NO ai sottopassi e ai muri barriera.

> SI all’interramento della linea Circumvesuviana. 


“PERCHÉ PER NOI I RISCHI SONO GIÀ UNA CERTEZZA”.

  • Rischio concreto di allagamento dei sottopassi pedonali e carrabili, a causa dell’assenza di una rete fognaria per lo smaltimento delle acque piovane.
  • Pericolo per l’incolumità personale dei cittadini, perchè un sistema di videosorveglianza NON può tutelare la comunità, visti i recenti fatti di cronaca verificatisi in altre stazioni EAV.
  • Congestione del traffico locale, aggravata dalla realizzazione di una strada che sfocia in direzione del già trafficato centro città.
  • Incompatibilità con piano di evacuazione in caso di eruzione (Pompei è zona rossa quindi ad alto rischio), a causa della tortuosità del percorso proposto, che non offre vie di fuga nè garantisce fludità del traffico.
  • Forte impatto ambientale con la creazione di ulteriori aree cementificate in un territorio già molto provato in tal senso.
  • Frattura del tessuto urbano, con aumentato isolamento della zona Nord della città dal centro.

Ecco perché vi chiediamo di firmare la petizione, in modo da far conoscere al Ministero dei Trasporti, al Presidente della Regione Campania, al presidente Conte, le perplessità dei cittadini sul reale impatto che questo nuovo progetto porta alla Città di Pompei.