Vogliamo la Messa!

0 hanno firmato. Arriviamo a 5.000.


Per molto tempo abbiamo taciuto, abbiamo fatto silenzio, ci siamo contenuti; ma ora è tempo di gridarlo forte: VOGLIAMO LA MESSA!

Abbiamo accettato con sofferenza e rassegnazione le decisioni governative in vista del bene comune della salute, rinunciando a quanto di più sacro abbiamo: i sacramenti. Abbiamo persino dovuto "vivere" la Pasqua in streaming.

E' necessario, da subito, riprendere la celebrazione dell'Eucarestia con la partecipazione del popolo. Con le dovute accortezze, che siano semplici da attuare e non esageratamente costose.

Chiediamo inoltre che la Conferenza Episcopale Italiana si impegni a far fronte, in tutte le sedi:

1) A eventuali disposizioni che limitino il diritto all'esercizio del culto. Nello stesso tempo si devono ottenere, dalle competenti autorità, protocolli semplici e poco onerosi per poter celebrare rispettando le precauzioni igieniche e sanitarie.

2) A eventuali tentativi di ostacolare o interrompere le celebrazioni da parte di chiunque, anche rivestito di autorità.

3) A tutti i tentativi di delegittimare il diritto inalienabile, sancito dalla Costituzione, di esercitare anche in forma associata il culto. 

Senza l'Eucarestia non possiamo vivere.