NO AI DOCENTI ITP IN SECONDA FASCIA!

0 hanno firmato. Arriviamo a 5.000.


La situazione è semplice, e cerchiamo di spiegarla in termini semplici e comprensibili da tutti, senza molti fronzoli inutili. Esistono dei docenti, chiamati ITP (insegnanti tecnico-pratici) che possono accedere al mondo della scuola col solo titolo di diploma superiore presso un istituto tecnico o professionale.
Gli ITP, fino ad oggi, hanno sempre dovuto seguire lo stesso iter dei docenti classici: terza fascia per supplenze brevi -> abilitazione -> accesso in seconda fascia -> concorso per il ruolo.
Ora, invece, tramite un semplice RICORSO, questi docenti si sono ritrovati di diritto in SECONDA FASCIA senza NESSUN TIPO DI ABILITAZIONE.

Questo cosa comporta?
1. Lo Stato sta quindi dicendo che un DIPLOMA di maturità ha un valenza maggiore di una laurea o di un DOTTORATO: un ragazzo 19enne, neodiplomato, con voto anche molto basso è considerato dallo Stato un Docente con la D maiuscola, idoneo ad insegnare. Un ragazzo invece diplomato, in possesso di laurea triennale e magistrale con 110, e in possesso del titolo di dottore di ricerca (il più alto grado di istruzione, riconosciuto in tutto il mondo) NON È in grado di insegnare, secondo lo Stato italiano.
Questo, a nostro avviso, è non solo un messaggio totalmente sbagliato, ma una VERGOGNA, UN'UMILIAZIONE verso chi studia e ha cercato onestamente di seguire il percorso che è stato designato per diventare docente.

2. I ricorsisti ITP scavalcano di fatto tutti i docenti in terza fascia. Questo comporta che loro hanno accesso a TUTTE LE CATTEDRE E SUPPLENZE SUL SOSTEGNO.
Sappiamo tutti che sia gli ITP che i docenti di terza fascia non abilitati sul sostegno, non hanno appunto nessun tipo di certificazione per trattare con questi alunni. E infatti non diciamo cose come "gli ITP rubano il sostegno alla terza fascia": non è questa la questione, e il sistema del sostegno fortunatamente è già stato riformato con il FIT. Attendiamo quindi una maggiore regolarizzazione.
Ma, in ASSENZA di abilitati sul sostegno, vi chiediamo: se aveste un figlio disabile, down, autistico, con qualsiasi tipo di problema, sareste d'accordo ad avere al suo fianco come insegnante di sostegno un neodiplomato, con giusto qualche anno di più di vostro figlio? Un ragazzo che con tutta la buona volontà non ha NESSUNA competenza sul sostegno, che non ha nemmeno un livello di istruzione buono, ma che anzi, magari è stato pure bocciato o è uscito col minimo dei voti?
O preferireste che vostro figlio avesse una persona adulta, con un titolo di studio, e con comprovati anni di insegnamento ed esperienza alle spalle?Questo ricorso LEDE I DIRITTI DEGLI STUDENTI BES, DSA, DISABILI.

3. La giustizia non è nemmeno equa. Gli ITP che non hanno partecipato al ricorso, per sbadataggine o per dignità propria, si trovano ancora in terza fascia: lo Stato non ha uniformato l'esito del ricorso, per cui abbiamo ITP in terza fascia e ITP in seconda. I primi, ovviamente, scavalcati da centinaia di migliaia di docenti ricorsisti, rischiano di non lavorare più, nonostante il loro punteggio possa essere nettamente superiore a quello dei ricorsisti. Persone con 150 punti scavalcate da chi ne ha una ventina.

Nessuno ce l'ha con le singole persone, con gli ITP in quanto tali, ma con il sistema.

È infatti questo che LO STATO sta dicendo?


"VALE" DI PIU' UNA LAUREA, UN PHD, UN MASTER, O UN SEMPLICE DIPLOMA DI SCUOLA PROFESSIONALE?

UN DISABILE HA DIRITTO AD ESSERE SEGUITO DA PERSONE COMPETENTI, O BASTA IL PRIMO MAGGIORENNE CHE PASSA PER LA STRADA?

VALGONO PIU' 20 PUNTI E 100 EURO ALL'AVVOCATO PER UN RICORSO, O VALGONO DI PIU' ANNI E ANNI DI INSEGNAMENTO E CENTINAIA DI PUNTI?


Per questo noi chiediamo che venga annullato il ricorso degli ITP, che questi rimangano in terza fascia, procedendo per la seconda allo stesso modo in cui procedono tutte le altre categorie di docenti. Questo perchè è necessario cercare di ridare alla scuola un MINIMO di dignità, dignità che ormai le è stata tolta del tutto.

Grazie.



Oggi: Sara conta su di te

Sara Brigo ha bisogno del tuo aiuto con la petizione "Valeria Fedeli: NO AI DOCENTI ITP IN SECONDA FASCIA!". Unisciti con Sara ed 4.229 sostenitori più oggi.