Sigarette industriali con filtri e cartine di canapa, stop all’inquinamento da mozzicone!

0 hanno firmato. Arriviamo a 1.000.


6000 000 000 000 000!

Questo è all’incirca il numero di sigarette prodotte ogni anno nel mondo, di queste ipotizziamo che la metà vengano buttate per terra e la metà vengano smaltite nelle discariche, avremo tremila miliardi di mozziconi da smaltire e altrettanti che rimarranno sulle nostre spiagge o finiranno in mare, fino a quando non si degraderanno totalmente dopo decenni. 

È assurdo che nel 2019, con un crescente problema di inquinamento, si continuino a produrre sigarette industriali con materiali non biodegradabili. Vedo mozziconi nelle spiagge, nelle strade, nei parchi ricreativi dove giocano i bambini. Sarebbe il momento di utilizzare un materiale facilmente reperibile e totalmente biodegradabile come ad esempio la canapa. Fortunatamente sono già in mercato cartine e filtri naturali e biodegradabili, ma solo per i fumatori di tabacco trinciato, mentre le sigarette prodotte industrialmente utilizzano gli stessi materiali inquinanti ormai da decenni.

C’è bisogno che i cittadini di ogni paese prendano coscienza del problema e combattano per migliorare la situazione. È un problema che riguarda tutti ed insieme possiamo fare sentire la nostra voce agli organi di governo, che dovrebbero aiutare questo cambiamento supportando le multinazionali del tabacco fornendo loro degli eco incentivi, affinché avvenga un processo di cambiamento da cui nessuno ne esce penalizzato, ma dal quale tutti ci guadagnamo. Solo unendo le forze possiamo combattere per migliorare il pianeta, partendo dalle piccole cose, utilizzando materiali riciclabili e biodegradabili, eliminando l’utilizzo di ciò che è inquinante e non riciclabile!