Per un'emoji "ma che vuò"

0 hanno firmato. Arriviamo a 100.


Noi italiani in generale e napoletani in particolare le emoji le abbiamo create da secoli... con la nostra gestualità. Fa specie, quindi, vedere questa ricchezza culturale non rispecchiarsi nelle nostre vite digitali. E' per questo che abbiamo proposto l'inserimento del classico gesto "a cuoppo", altresì detto "ma che vuò" alla lista di emoji della Unicode. Grazie al sostegno di EmojiNation, la nostra è ora una proposta ufficiale per il 2020 ma deve ancora essere approvata. Con questa petizione, vogliamo esprimere l'ampio consenso popolare dietro il processo di riappropriazione degli strumenti digitali dal basso. Firmando, potrai far sentire la tua voce: 

  • La cultura digitale deve andare ben al di là del mondo anglosassone.
  • Includendo realtà e sensibilità diverse, siamo tutti più uniti.
  • La gestualità italiana in generale e partenopea in particolare merita un posto d'onore nella comunicazione moderna: è stata oggetto di studio fin dai tempi del canonico De Iorio, autore, nel 1832, di un mirabile saggio su La mimica degli antichi investigata nel gestire napoletano.
  • Di più, gesti antichi hanno il potere di comunicare sentimenti e passioni ancora attuali al giorno d'oggi.
  • Questo è il primo passo per rendere le emoji più vicine a noi italiani e far dono al mondo di gestualità ed espressioni tutti da gustare, ferma restando la nostra apertura a culture ed espressioni di altre terre.