PETIZIONE CHIUSA

Palmira NON è una birra!

Questa petizione aveva 32 sostenitori


NO all’uso indiscriminato della certificazione Unesco.

A fine novembre 2016 la cultura della birra belga è stata inserita, al pari dello yoga e della falconeria, nella lista del Patrimonio Immateriale dell’Umanità. Questa decisione desta una certa meraviglia poiché presa da un’Istituzione come l’Unesco, storicamente attenta a scegliere con accortezza il patrimonio materiale culturale e naturale come le espressioni della cultura immateriale degni di tale prestigioso riconoscimento.

Un cambio di rotta? Pressioni politiche o economiche? Non vogliamo anticipare giudizi, ma chiediamo il vostro: la nomination Unesco è ancora un sigillo distintivo che difende la cultura e la natura - specialmente quelle minacciate dal degrado, dalle guerre o dalla speculazione -  per tutelarle e tramandarle a chi verrà dopo di noi?

Siamo sicuri che nel mare magnum del Patrimonio Immateriale possano dirsi "capolavori orali e immateriali del Patrimonio Culturale dell’Umanità" produzioni che presentano, oggi, spiccati aspetti di concorrenzialità nei mercati?

Non si rischia di utilizzare il simbolo del Patrimonio Mondiale come mero logo promozionale che perde il suo significato originario e che si stinge nel differenziare prodotti commerciali o commerciabili su mercati in cui operano spesso aziende private, come le multinazionali della birra, che ne sfruttano il potenziale di mercato?

Oltretutto questo nuovo orientamento mette i Beni materiali e immateriali già dichiarati dall’Unesco patrimonio dell’Umanità in una posizione di ulteriore fragilità, contrapponendoli a interessi di natura differente, tanto da vi chiediamo: “Vorremo difendere Palmira sorseggiando una birra?”

Per questo chiediamo che i Paesi membri e l’Unesco stabiliscano, di comune accordo, una revisione della policy che eviti, da subito, pericolosi accostamenti e sviamenti e riconfermi la salvaguardia e la valorizzazione del Patrimonio culturale e naturale, in tutte le sue espressioni, quali elementi di condivisione sociale e di Responsabilità culturale non negoziabili con nessun settore direttamente collegato a interessi economici o politici, come appunto la birra, né con attività che possano incidere negativamente sulla conservazione della natura, come la falconeria.

Mario Guglielminetti -  Maurizio Quagliuolo



Oggi: Mario conta su di te

Mario Guglielminetti ha bisogno del tuo aiuto con la petizione "UNESCO: Palmira NON è una birra!". Unisciti con Mario ed 31 sostenitori più oggi.