La Donna come "Patrimonio dell'Umanità"

0 have signed. Let’s get to 500!


Costituzione di un comitato promotore per il riconoscimento ideale della Donna come Patrimonio delle società civili  con ricadute reali in termini di attivazione moltiplivativa di operatività culturale etica e sociale, nella piu larga scala possibile, in merito a iniziative e progetti rivolti a sensibilizzare ed educare alla Non- Violenza come modelllo, strumento o modalità di relazione interpersonale.

È una proposta audace, ma fino a un certo punto, sai? Pensa che potrebbe essere un sacro deterrente laico, non religioso, da cui far partire mille e mille iniziative su un percorso definitivo e inequivocabile e non strumentalizzabile, di educazione alla non violenza di genere , ma anche di contenimento e sconfitta sociale di tutte le forme di violenza nell'approccio socio-relazionale. Proprio perché la violenza su una donna è una violenza su chi genera vita.

In tutte le antiche civiltà non è mai venuto meno il rispetto della donna, vista come Madre, Dea della Terra, sulla Terra, come sorgente di vita e fertilità (De Martino). E nella storia del cristianesimo l'unico segno di un inversione è data dalla illuminata definizione di "Dio Madre" di Papa Luciani, fermato a soli 33 giorni di pontificato.( Orazio Petrosino, Vaticanista).

Superando, sul piano della laicità antropologica , anche incomprensioni e barriere imputabili a visioni più "ristrette", come detta la scienza della antropologia sociologica.