I Pooh come Patrimonio Culturale Immateriale UNESCO

0 hanno firmato. Arriviamo a 1.000.


Petizione indirizzata alle sedi UNESCO per chiedere gentilmente la possibilità di conferire alla musica dei POOH, anche ambasciatori del WWF che lo scorso anno hanno festeggiato 50 anni di esistenza, l'onoreficenza e il titolo di "Patrimonio Culturale Immateriale UNESCO", come riconoscimento al significato socio-culturale, umano e letterario che questa ha rappresentato, rappresenta e continuerà a rappresentare per il nostro Paese. La musica dei Pooh ha infatti toccato, sin dagli esordi nel lontano 1966, nel corso della sua longeva storia, temi socialmente importanti e delicati come l'emancipazione femminile (Piccola Katy) e l'omosessualità (Pierre), argomenti tabù del tempo e tutt'oggi ancora molto discussi. Oltre che temi come il terrorismo (Brennero 66), l'adulterio (Io e te per altri giorni), la questione del muro di Berlino (Lettera da Berlino Est), la prostituzione (Tra la stazione e le stelle) e il razzismo (Gitano).

Cordialmente, nella speranza di poter permettere a questi ragazzi di raggiungere questo meritato successo,

Michel Moroni & Il Gran Popolo dei Pooh



Oggi: Michel conta su di te

Michel Moroni ha bisogno del tuo aiuto con la petizione "UNESCO: I Pooh come Patrimonio Culturale Immateriale UNESCO". Unisciti con Michel ed 930 sostenitori più oggi.