difesa della Costituzione della Repubblica italiana

0 hanno firmato. Arriviamo a 100.


la giornata del 27 maggio 2018 passerà alla storia repubblicana come uno dei momenti di svolta della vita politica e costituzionale del Nostro Paese. Il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, nell'esaminare la lista dei Ministri presentata dal Prof. Conte incaricato di formare il nuovo esecutivo nato dall'accordo politico tra Lega e Movimento 5 Stelle, ha ribadito le incertezze, già ampiamente espresse nella settimana appena trascorsa, sulla candidatura del Prof. Savona quale nuovo Ministro dell'Economia e Finanze per le note posizioni anti-europeiste. Politiche anti-europeiste basate su teorie economiche fallaci e produttive di stress economici per qualsivoglia Paese e  che sarebbero state distruttive per l'Italia, gravata da un debito pubblico garantito da massicci investimenti proprio della Banca Centrale Europea. Se si fosse realizzato il progetto di politica economica vagheggiato dal Prof. Savona in breve tempo l'Italia avrebbe subito un innalzamento senza pari dei tassi di interesse con ripercussioni gravi su mutui a privati ed imprese, bilancia commerciale, possibilità di pagare a scadenza i titoli di Stato emessi.

Il Presidente, nella legittimità dei poteri che gli riconosce la Costituzione Repubblicana ed antifascista (è bene ricordare questo dettaglio che dettaglio non è...), ha opposto un diniego al persistere della suddetta proposta, proponendo peraltro al candidato Primo Ministro delle alternative politiche tra appartenenti di spicco della coalizione politica di sostegno alla maggioranza cosiddetta "giallo-verde". La totale e forse preconcetta chiusura alle proposte alternative da parte del Prof. Conte ha portato lo stesso a rimettere il mandato nelle mani del Presidente della Repubblica. 

A fronte di una legittima ed opportuna decisione del Presidente, Sergio Mattarella, i principali esponenti dei movimenti politici coinvolti nel tentativo di golpe bianco che si palesa nella pervicace ricerca di una linea politica che avrebbe posto l'Italia fuori dai trattati economici con i partners europei, hanno iniziato immediatamente (alcuni palchi come quello di Fiumicino erano montati ben prima della restituzione del mandato da parte del Prof. Conte) una aggressione violenta ed illegale nei confronti del Primo Cittadino della Repubblica italiana.

Toni da "marcia su Roma" hanno caratterizzato le dichiarazioni di esponenti di primo piano della Lega, del Movimento 5 stelle e di Fratelli d'Italia, in molti casi Parlamentari della Repubblica che, primi tra gli altri, sono tenuti al rispetto della Costituzione e delle leggi nonchè ovviamente della Repubblica e delle Sue Istituzioni. Tali incitamenti all'odio da parte di esponenti politici volti a provocare movimenti incontrollabili di piazza animati da sentimenti contro le libere Istituzioni democratiche, in particolar modo nei confronti della Presidenza della Repubblica, devono immediatamente cessare. Il Popolo italiano è chiamato dunque ad appoggiare la scelta del Presidente della Repubblica presa a salvaguardia della libertà di ogni singolo cittadino di questo Paese.

Aderire a questa petizione serve a mostrare al Presidente della Repubblica che il popolo sovrano cui rimanda l'articolo 1 della Costituzione appoggia pienamente la Sua decisione ed ha fiducia nelle Istituzioni poste a presidio della democrazia italiana.

Oltre a questo si chiede che vengano prese le opportune iniziative per tutelare il Presidente della Repubblica e mettere in stato di accusa tutti coloro che verbalmente o fattivamente stanno violando gli articoli da 276 a 278 del codice penale e più precisamente che stanno compiendo i seguenti reati:

- Attentato contro il Presidente della Repubblica;

- Offesa alla libertà del Presidente della Repubblica;

- Offese all'onore o al prestigio del Presidente della Repubblica.



Oggi: stefano conta su di te

stefano scartozzi ha bisogno del tuo aiuto con la petizione "tutti i cittadini che credono nei valori fondanti della Repubblica trasfusi nella Costituzione: difesa della Costituzione della Repubblica italiana". Unisciti con stefano ed 67 sostenitori più oggi.