PETIZIONE CHIUSA

Ridare la sovranità ai cittadini

Questa petizione aveva 5 sostenitori


La sovranità popolare è il fondamento della democrazia, ma in Italia democrazia è solo una parola, sono le lobby a dettare legge, loro hanno in pugno i governi, sono padrone delle televisioni e dei giornali, possono manipolare le informazioni. Ventitré anni di cosiddetta seconda repubblica hanno creato una classe politica di basso livello. Leggi elettorali costruite allo scopo di accaparrarsi il potere hanno tolto ai cittadini ogni possibilità di orientare la politica, compreso l'elementare diritto di eleggere i propri rappresentanti, e hanno riempito il Parlamento di nominati dalle segreterie dei partiti.

Il Paese attraversa una crisi economica, morale, politica e sociale che lo sta relegando ai margini dell'Europa. Ventitré anni di governi incapaci e inefficienti, sia di centrodestra che di centrosinistra, hanno declassato l'Italia dal rating di quinto o sesto paese del mondo a terra di conquistaViene il mal di pancia a sentir parlare i vari Alfano, Berlusconi, Di Maio, Gentiloni, Grillo, Pisapia, Renzi, Salvini, ecc. Il pensiero che rimangano in parlamento anche dopo le prossime elezioni fa venir voglia di emigrare.

Ci raccontano fanfaluche per convincerci a votarli. Con l’ultima legge finanziaria, il governo Gentiloni assicura di aver fatto una manovra che riduce le tasse e favorisce la crescita e il lavoro per i giovani, ma la realtà è diversa: dei 22 miliardi complessivi della manovra, 15,7 miliardi servono per bloccare nel 2018 l’aumento dell’IVA al 25% (già stabilito con le finanziarie precedenti), 1,6 miliardi per il rinnovo contrattuale del P.I., 2 miliardi per il rifinanziamento delle missioni militari, 1,3 miliardi per l’industria digitale; solamente 330 milioni sono destinati per l’assunzione di giovani sotto i 35 anni. Un'analisi di Unimpresa sui contenuti del documento di programmazione pluriennale, dimostra che la tassazione passerà da 786 miliardi nel 2016 a 867 miliardi nel 2020, con un aumento di ben 81 miliardi.

Ora, il segretario del PD, Renzi, fa approvare una mozione parlamentare contro il governatore della Banca d'Italia. E' una mossa avventata, da avventuriero, volta solo a favorire lui e i suoi compari, infischiandosene delle possibili conseguenze interne e internazionali. 

Siamo stufi di essere trattati da sudditi sciocchi, bisogna ridare la sovranità ai cittadini!  

 

 



Oggi: Luciano conta su di te

Luciano Motz ha bisogno del tuo aiuto con la petizione "Tutti gli elettori italiani: Fate in modo che il popolo sia sovrano". Unisciti con Luciano ed 4 sostenitori più oggi.