PETIZIONE CHIUSA

Monumenti funerari minacciati dalla costruzione di un distributore.

Questa petizione aveva 620 sostenitori


Un appello alle associazioni ambientaliste e a tutti i cittadini di Foligno per la salvaguardia dei monumenti funerari della frazione di Fiamenga.
A lanciare l'allarme sono nuovamente i residenti di quella zona che, dopo l'appello degli scorsi anni, vogliono tornare a farsi sentire. La motivazione è semplice. A giugno, il Tar dell'Umbra si dovrà pronunciare sul ricorso da parte del soggetto che ai piedi dei reperti storici vuole costruire un distributore di benzina e che ha impugnato i dinieghi di Comune e Soprintendenza. Dopo l'udienza di fine gennaio, i giudici amministrativi regionali hanno rinviato tutto alla prossima estate. Qualora il committente dei lavori per la stazione di servizio dovesse aver ragione, i lavori per la realizzazione dell'opera potrebbero così ripartire. Un'ipotesi che proprio non piace a tutti coloro che in questi mesi si sono battuti per la salvaguardia non solo dei monumenti funerari a pochi passi dalla Strada statale 316, ma anche di tutti gli altri reperti venuti alla luce dopo gli scavi degli archeologi della Soprintendenza. Tra le scoperte, delle strutture murarie pertinenti ad una strada, probabilmente l'antica Flaminia, insieme ad una tomba a fossa di età imperiale. Ma probabilmente quell'area potrebbe far riaffiorare altri reperti, sempre che sopra non vengano gettate delle colate di cemento. Ed è per questo che ora i residenti di quell'area vogliono l'aiuto di tutti: “Attraverso la nostra pagina Facebook – spiegano – abbiamo allertato Il Fondo ambiente italiano, Italia Nostra e Legambiente, chiedendo a loro e a tutti coloro che hanno a cuore la nostra storia, di darci una mano”.



Oggi: Marco conta su di te

Marco Novelli ha bisogno del tuo aiuto con la petizione "TAR Umbria: Monumenti funerari minacciati dalla costruzione di un distributore.". Unisciti con Marco ed 619 sostenitori più oggi.