Petition Closed
Petitioning Comune di Roma, Municipio Roma 3, Presidente Dario Marcucci and 2 others
This petition will be delivered to:
Comune di Roma, Municipio Roma 3, Presidente
Dario Marcucci
Direttore Direttore Dipartimento Ambiente
Dott. Tommaso Profeta
Comune di Roma, Sindaco
Gianni Alemanno

Stop ruspe nel giardino di Villa Massimo

Si chiede al Sindaco di Roma e al Presidente del Municipio Roma 3:

L'interruzione immediata dei lavori in corso nella Pineta di Villa Massimo che prevedono di sostituire le esistenti giostre, per altro eccedenti gli spazi autorizzati, con una struttura commerciale che dovrebbe ospitare un asilo a pagamento, una sala polifunzionale a pagamento, ecc.

La revoca immediata della Determinazione Dirigenziale (n.33 del 07.01.2013) del Servizio Giardini del Comune di Roma che permette quanto sopra.

Al Sindaco di Roma di revocare la D.D. n.33/2013 in  quanto illegittima, perchè trattasi di rilevante variazione della destinazione d'uso di un bene pubblico che richiede una deroga al PRG, di richiamare il Servizio Giardini al corretto espletamento delle sue funzioni, di rendere sollecitamente pubblici i risultati dell'inchiesta del Segretariato Generale sulla gestione della pineta, di operare per il ripristino della situazione preesistente che concerne la tutela del giardino e ne vieta la privatizzazione anche parziale.

Al Presidente del Municipio roma 3 di ritirare l'avallo dato alla D.D. n.33/2013, illegittimo, perchè trattasi di rilevante variazione d'uso di un bene pubblico che richiede una deroga al PRG e perciò stesso una adeguata informazione

 

Pineta di Villa Massimo

La pineta di Villa Massimo è ubicata a Roma nel cuore del quartiere di piazza Bologna.

Nell’area fino alla fine dell’800 vi era Villa Massimo, la più grande delle ville suburbane di Roma. La pineta è una delle poche testimonianze dell'aspetto originario dei luoghi.

La pineta di Villa Massimo, che è un parco comunale vincolato, area boschiva, zona N del Piano Regolatore, rientrava tra le aree verdi comunali da assegnare in gestione a privati per istallare giostre in maniera permanente.

Questo ha portato dal 2001 alla stipula di una convenzione Punto Verde Infanzia 3.2 che, oltre alle giostre, prevedeva  un punto di ristoro, un bagno pubblico, un parco giochi di uso gratuito.

Il concessionario doveva farsi carico di attrezzature, mantenere, pulire e recintare il giardino.

Negli anni successivi il concessionario ha continuato ad ampliare abusivamente il punto di ristoro e  le  giostre.

I 12 anni di convenzione hanno significato abusi, illegittimità, omissioni.

Gli abitanti del quartiere, dal 2010 attivi come Comitato di difesa della pineta di Villa Massimo, si battono contro l’ennesimo progetto del concessionario alla privatizzazione e stravolgimento delle funzioni della pineta.

Da ultimo anche il Segretariato Generale del Comune di Roma il 17.12.2012 ha aperto un’inchiesta su gestione e illegittimità nella Pineta di Villa Massimo.

In maniera clandestina e  illegittima il Servizio Giardini del Comune di Roma, in barba a leggi e regolamenti e con l’avallo del Municipio Roma 3, ha approvato  il 7 gennaio 2013 il progetto del concessionario, Dafi srl.

Il progetto approvato, dietro la copertura della ripiantumazione di alberi, autorizza un ulteriore salto nella privatizzazione e stravolgimento della pineta e delle sue funzioni.

Da lunedi14 gennaio sono attive le ruspe nel giardino di Villa Massimo.

Nello spazio vuoto centrale della pineta di un tempo, creato da uno spietato taglio indiscriminato, perpetrato negli anni, per un totale di 43 pini secolari, verranno realizzate delle costruzioni che ospiteranno spazi meramente commerciali, che occuperanno 400 mq e che rimpiazzeranno l’attuale giostra e baraccopoli annessa. Questo in aggiunta al mostruoso ristorante sviluppatosi illegalmente dall’originario punto di ristoro, che doveva essere di 30 mq.

Tale manufatto avrà forma quadrata e ospiterà un asilo a ore (baby parking), uno spazio multifunzionale, una ludoteca, spazio giochi, un bagno (con fasciatoio!) e un casotto uso deposito, bagno del personale, cassa, tutte attività a pagamento.


Letter to
Comune di Roma, Municipio Roma 3, Presidente Dario Marcucci
Direttore Direttore Dipartimento Ambiente Dott. Tommaso Profeta
Comune di Roma, Sindaco Gianni Alemanno
Chiediamo al Sindaco di Roma e al Presidente del Municipio Roma 3 che si sospendano i lavori in corso e che si revochi la DD n. 33 del 07.01.2013, per impedire lo stravolgimento dell'area verde di Villa Massimo e la sua ulteriore privatizzazione.